Politica
CERRO MAGGIORE

Nuova telecamera per la Polizia locale: prima multa da 2mila euro

Si tratta del modello Xtreme che inquadrerà le targhe delle vetture di passaggio. Ma sarà usato anche per manifestazioni ed eventi

Nuova telecamera per la Polizia locale: prima multa da 2mila euro
Politica Legnano e Altomilanese, 05 Marzo 2022 ore 17:19

Nuova telecamera per il comando di Polizia locale di Cerro Maggiore. Primi risultati.

Telecamera XTreme per la Polizia locale

Una nuova importante "arma" per il comando della Polizia locale di Cerro Maggiore: si tratta delle telecamera mobile Xtreme arrivata in questi giorni. "Non si tratta di un semplice Targa system ma è molto di più - annuncia l'assessore alla Sicurezza Alessandro Provini - Ci aiuterà infatti in manifestazioni, appostamenti, posti di controllo e molto altro. I software disponibili sono svariati ma non vogliamo certo trasformare questo mezzo in un robot per le multe». Che aggiunge: «In questi mesi sono aumentati molto i controlli sulle strade perché sono aumentate parimenti le violazioni al codice della strada per mancate revisioni, mancate assicurazioni o truffe sulle assicurazioni. Ovviamente questo genere di situazioni mette in pericolo chi dovesse subire un incidente con tali veicoli. Da qui il potenziamento".

La prima maxi multa

Nei giorni scorsi la nuova telecamera, acquistata per 12mila euro con un finanziamento regionale, ha già sanzionato i primi automobilisti indisciplinati. Per la precisione si è trattato di un uomo che, al volante della sua auto, è stato trovato con la revisione non in regola: la targa è stata letta in tempo reale dall’occhio elettronico e gli agenti hanno potuto verificare all’istante che quell’auto aveva qualcosa che non andava. Da qui è scattata la multa: per il guidatore, tra l’altro recidivo, è arrivata una sanzione pari a 2mila euro.
Insomma, una nuova telecamera che garantirà ancora una maggiore sicurezza sulle strade: Xtreme può essere posizionata da sola o con altre telecamere grazie al software di centralizzazione, una rete di videosorveglianza remota temporanea per eventi, manifestazioni o indagini. Un dispositivo che, inoltre, può essere posizionato sulle auto e sulle moto delle Forze dell'ordine e della Polizia locali e grazie al suo zoom 30x riesce a leggere le targhe dei veicoli anche a grandi distanze. "Un grazie al nuovo comandante Francesco Cozza (nella foto) che ha rapidamente attuato quanto impostato col predecessore Maurizio Proverbio, progetto poi vincente" ricorda Provini.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter