Politica
San Vittore Olona

"La nuova Giunta sta cancellando quanto fatto da chi c'era prima"

La protesta della lista di minoranza Per San Vittore di Paolo Salmoiraghi e Marco Zerboni

"La nuova Giunta sta cancellando quanto fatto da chi c'era prima"
Politica Legnano e Altomilanese, 05 Dicembre 2021 ore 17:04

L"La nuova Giunta sta cancellando tutto quello che ha fatto chi c'era prima": la protesta della lista di minoranza Per San Vittore Olona.

"La nuova Giunta cancella tutto"

"Con grande dispiacere accogliamo, ancora una volta, le decisioni dell'Amministrazione Rossi di proseguire sulla strada della "cancellazione mirata" di tutte le iniziative messe in atto dalla precedente Amministrazione". E’ la protesta che arriva da Paolo Salmoiraghi e Marco Zerboni, ex assessori e oggi rappresentanti della lista Per san Vittore all’opposizione. "Con estremo rammarico siamo venuti a sapere che la mancata considerazione di chi governa a livello locale ha portato alla chiusura del Mercato contadino nel nostro comune - affermano Salmoiraghi e Zerbon - Lì dove tutto è iniziato, nello SpazioZeroZero, per valorizzare il percorso dell'Olona Green Way ora ci sarà solo un pavimento di cemento inutilizzato. Ma questa è solo la fine naturale per il disinteresse del sindaco Daniela Rossi e dell'assessore all'Ecologia Andrea Pessina per l'intero progetto Ogw: basta guardarsi in giro e notare come i cartelli che ne indicano il percorso da Legnano a Nerviano siano scarsamente mantenuti, come il servizio igienico posto tra le vie Valloggia e 24 maggio non venga pulito e disinfettato da anni, come le erbacce infestino i sentieri. Insomma, la chiusura del Mercato contadino era largamente preventivata, e chi chiediamo perchè".
E ancora: "Altra decisione sconsiderata è stata quella di aver abbandonato, per la prossima stagione, il festival Donne in Canto: San Vittore, con Parabiago, sono stati i Comuni che hanno voluto la nascita di questo evento di successo ormai riconosciuto in tutto il territorio per la sua importanza e al quale hanno aderito nel tempo molteplici comuni e non solo intorno al nostro! Ci chiediamo il perchè di queste scelte scriteriate. Pensiamo che chi amministra debba cerare di migliorare quanto fatto dalle precedenti amministrazioni, mettendoci del suo al fine di offrire alla cittadinanza servizi sempre di maggior qualità: invece assistiamo a una costante "demolizione" da parte di sindaco e suoi assessori del lavoro fatto da chi c'era prima di loro. E non ci venga addotta la motivazione delle limitate risorse economiche perchè, come già detto, quando si devono spendere cifre 'folli' per illuminare il paese o per i "concerti del sindaco" i soldi si trovano eccome".

La questione "Protezione civile"

Infine un altro punto: "Il 31 dicembre scadrà anche la convenzione tra San Vittore, Cerro e Rescaldina per la Protezione civile - affermano Salmoiraghi e Zerboni - Non siamo ancora stati informati riguardo il rinnovo della stessa che riteniamo fondamentale per la sicurezza dei cittadini. Cosa ci dobbiamo aspettare? Anche qui una "cancellazione" motivata dal fatto che la stessa convenzione era stata stipulata dalla precedente Amministrazione? Noi siamo pronti a far valere le nostre ragioni in Consiglio comunale e non solo".