Menu
Cerca
"Hanno scelto i numeri invece delle persone"

Mps lascia Cassinetta senza bancomat: rabbia del sindaco

Cassinetta senza più bancomat per la decisione improvvisa di Mps. La dura nota dell'Amministrazione: "Hanno scelto i numeri invece delle persone"

Mps lascia Cassinetta senza bancomat: rabbia del sindaco
Politica Magenta e Abbiategrasso, 13 Aprile 2021 ore 11:54

Cassinetta senza più bancomat per la decisione improvvisa di Mps. La dura nota dell’Amministrazione: “Hanno scelto i numeri invece delle persone”

Mps lascia Cassinetta senza bancomat: rabbia del sindaco

Mps chiude all’improvviso lo sportello bancomat di Cassinetta di Lugagnano, che si trova così ora sprovvisto del servizio perchè l’attesa apertura della postazione Postamat di Poste italiane non è nel frattempo ancora avvenuta per ritardi dovuti al Covid. Situazione complicata che ha portato l’Amministrazione guidata da Michele Bona a diffondere un duro comunicato: “Abbiamo appreso da un comunicato di Mps che dopo aver chiuso l’unico sportello bancario, anche il bancomat, che fino adesso siamo riusciti a tenere aperto, sarà chiuso dall’oggi al domani. Questo nonostante il periodo di pandemia, che spesso obbliga le persone a restare a casa ed a discapito in particolare della popolazione anziana, che non sempre utilizza facilmente per gli acquisti la carta elettronica, ricorrendo spesso ancora alla cartamoneta. Ci siamo quindi immediatamente mossi con il referente di Mps, che non ci ha dato alcuna disponibilità, nemmeno ad un rinvio della chiusura”. Prosegue la nota: “Avevamo come Comune offerto ad Mps dei locali comunali in comodato gratuito, ma nemmeno questo è servito, perché tra il rapporto costi/benefici e le persone (perché solo di questo si tratta) evidentemente Mps ha fatto la sua scelta precisa, ovvero i numeri”

Postamat in ritardo a causa della pandemia: e adesso?

L’Amministrazione aggiunge: “Già da tempo come Comune ci siamo adoperati, ancora nuovamente qualche mese fa, affinché si mettesse una postazione Bancoposta a Cassinetta, ma i piani di Poste italiane per i piccoli comuni, rallentati per la pandemia, hanno fatto slittare le pianificazioni dei nuovi Postamat e stiamo attendendo la nuova pianificazione per il 2021. Nel frattempo, ci stiamo adoperando per verificare con altri istituti bancari, più attenti si spera ai bisogni dei cittadini, al fine di riuscire ad installare una postazione totem Atm, come presente anche in alcuni centri commerciali”