Politica
Magenta

Milano-Torino 2021: sale l'attesa

Il sindaco Calati: "Un'opportunità per il nostro territorio"

Milano-Torino 2021: sale l'attesa
Politica Magenta e Abbiategrasso, 01 Ottobre 2021 ore 17:21

Milano-Torino 2021: sale l'attesa per una delle classiche monumento del ciclismo internazionale. Il via mercoledì 6 ottobre, alle ore 12.15 da piazza Liberazione a Magenta, ormai come da tradizione.

Milano-Torino 2021: sale l'attesa

Una competizione di grande prestigio, alla quale partecipano 154 corridori, che per la terza volta vede gli atleti prendere il via dal centro storico di Magenta attraversando alcuni dei luoghi simbolo della città. La competizione, considerata la più antica al mondo, richiama atleti di livello internazionale ed è parte del Trittico di autunno. Un appuntamento fisso per centinaia di migliaia di appassionati e non. Una manifestazione su cui l'Amministrazione guidata da Chiara Calati ha deciso, ancora una volta, di puntare con convinzione.

La soddisfazione del sindaco

“Ancora una volta Magenta farà da cornice a questo evento di altissimo prestigio ed è per noi motivo di grande orgoglio. Non si tratta solo di una competizione sportiva, questo evento rappresenta un'opportunità per la città per far conoscere le bellezze artistiche, culturali e storiche racchiuse nel proprio territorio. Davvero un'occasione straordinaria anche dal punto di vista del marketing territoriale che, ancora una volta, abbiamo saputo cogliere al meglio".

"Tutto organizzato in sicurezza"

"L'evento si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-Covid a garanzia della sicurezza di tutti -rassicura il primo cittadino Chiara Calati - Ed è proprio per poter garantire la sicurezza di tutti, anche degli studenti e delle loro famiglie, che nella giornata di mercoledì 6 ottobre le scuole di ogni ordine e grado e gli asili nido comunali resteranno chiusi. Ricordo inoltre che per il 6 ottobre, in vista delle chiusure di alcune strade cittadine, il parcheggio multipiano di via De Gasperi resterà aperto e l'accesso sarà gratuito. In Casa Giacobbe sarà allestito il quartier tappa, i luoghi simbolo della città non solo faranno da sfondo alla gara ciclistica, ma arte, storia e sport si mescoleranno insieme in un evento straordinario”.

La partenza della Milano - Torino

L’arrivo dei ciclisti e delle auto al seguito è previsto in mattinata in piazza Mercato da dove, a partire dalle 8, le diverse squadre si sposteranno al punto di ritrovo in piazza Liberazione, passando per via S. Caterina, via S. Crescenzia e via Garibaldi, per le operazioni preliminari alla gara. Alle 12.15 i ciclisti attraverseranno la città passando per via Roma, via Novara, via Monviso, via Leopardi, corso Italia e SS11, raggiungendo così il chilometro 0 posto sulla SS11 al confine con Boffalora, dove alle ore 12.20 prenderà il via la gara vera e propria.

Modifiche alla viabilità e misure per la sicurezza

Per garantire la sicurezza è stato predisposto un piano di chiusura delle strade cittadine:
piazza Liberazione sarà interdetta totalmente al transito;
piazza Vittorio Veneto e Via S. Biagio saranno chiuse al traffico con divieto di sosta e rimozione forzata;
sui percorsi interessati dalla manifestazione ( via Roma, via Novara, via Monviso, via Leopardi, Corso Italia e SS11) verrà disposto il divieto di sosta su ambo i lati con rimozione forzata nonché il divieto di circolazione almeno due ore prima dell’inizio (salvo diversa indicazione degli organi di Pubblica Sicurezza);
il parcheggio multipiano di via De Gasperi resterà aperto e l'accesso è gratuito;
le scuole di ogni ordine e grado e gli asili nido comunali resteranno chiusi;
Chiusure e prescrizioni viabilistiche saranno rese note per mezzo della consueta segnaletica stradale. Per ulteriori informazioni contattare il Comando di Polizia Locale, tel: 02 97999 mail: polizia.locale@comune.magenta.mi.it

La tappa

La partenza è prevista alle 12.15 da piazza Liberazione a Magenta. La corsa attraverserà la Pianura Padana nella zona delle risaie tra Novara e Vercelli fino ad arrivare nel Biellese con la salita di Zimone. Il percorso torna poi pianeggiante fino al circuito finale. Dopo San Mauro Torinese i ciclisti costeggeranno il Po per salire alla Basilica di Superga, scenderanno su Rivodora che li riporterà a San Mauro e risaliranno all’arrivo con pendenze anche oltre il 10%.