I pentastellati abbiatensi: "Richiesta non pervenuta a Rfi"

Milano-Mortara, M5S incalza Regione per il raddoppio

Il raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara escluso dal piano di Rfi, che spiega: “Richiesta da Regione non pervenuta”. I Cinque Stelle incalzano: “Opera prioritaria”

Milano-Mortara, M5S incalza Regione per il raddoppio
Politica Magenta e Abbiategrasso, 23 Novembre 2020 ore 17:17

Il raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara escluso dal piano di Rfi, che spiega: “Richiesta da Regione non pervenuta”. I Cinque Stelle incalzano: “Opera prioritaria”

Milano-Mortara, M5S incalza Regione per il raddoppio

Il Movimento Cinque Stelle Abbiatense interviene in merito al raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara, che non figura tra le opere menzionate nel piano commerciale che Rfi ha recentemente pubblicato e che contempla, per quanto riguarda il Magentino-Abbiatense, solo opere di ammodernamento su alcune stazioni sull’asse Milano-Torino S6 e sulla stazione di Abbiategrasso. E nella ricostruzione della vicenda i Cinque Stelle riportano la posizione di Rfi, in attesa di una richiesta formale da parte di Regione Lombardia sull’opera che non sarebbe tuttavia mai pervenuta.

Così la nota dei pentastellati abbiatensi: “L’estate del 2018, attraverso il consigliere regionale del M5S Massimo De Rosa, avevamo presentato una mozione per impegnare Regione Lombardia a promuovereiIl raddoppio della tratta Albairate-Abbiategrasso all’interno di tutte le sedi opportune, primo step necessario ad estendere il servizio della S9 e propedeutico per raddoppiare, in un secondo momento, la tratta fino a Mortara. Nel 2019 lo stesso De Rosa si è recato personalmente al ministero dei Trasporti, per illustrare la necessità e la strategicità dell’opera consegnando un dossier dedicato al ministro Toninelli. RFI e il presidente di Regione Lombardia si erano impegnati pubblicamente per la realizzazione dell’opera. Dopo Toninelli però, sul potenziamento delle infrastrutture di trasporto lombarde, purtroppo, è calato il silenzio”.

Prosegue la ricostruzione: “Recentemente intervenuti in audizione presso la commissione Trasporti in Regione Lombardia, i vertici di Rfi hanno dichiarato che, per quanto riguarda invece gli interventi di lungo periodo, come raddoppi e quadruplicamenti di linea, vi sarà una battuta d’arresto. Da un lato imputabile dall’emergenza sanitaria, dall’altro a causa delle lungaggini degli iter autorizzativi. Riteniamo necessario nell’immediato un forte impulso da parte del Ministero competente in modo che si proceda nel più breve tempo possibile alla cantierizzazione delle opere di raddoppio della linea Milano-Mortara, asse fondamentale per il collegamento della Lomellina a Milano, asse di grandi flussi pendolari”.

I Cinque Stelle aggiungono: “Rfi attraverso i suoi dirigenti è stata evasiva in merito al raddoppio dell’intera linea Milano-Mortara. Pur confermando l’intenzione di eseguire nel breve il raddoppio tra Albairate e Abbiategrasso, portando la stazione di testa della S9 all’interno della cittadina, ha richiesto una comunicazione formale da parte di Regione Lombardia relativamente al raddoppio dell’intera tratta, richiesta che non trova ancora risposta. A tal proposito il consigliere Simone Verni a nome del Movimento Cinque Stelle, ha proceduto immediatamente a inviare all’assesore Claudia Maria Terzi la richiesta di impegnarsi affinché Rfi riceva la formalizzazione della richiesta per la realizzazione delle opere da Regione Lombardia”.

Queste le conclusioni dei pentastellati: “Riteniamo le opere di ammodernamento del trasporto su ferro prioritarie rispetto a opere che consumano inultimente suolo, riteniamo il trasporto su ferro asse portante per la mobilità pendolare e strategica per la preservazione del territorio”. TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità