Politica

Michela Palestra, ecco il bilancio di fine mandato

"Abbiamo ancora molto da fare... non credo basteranno questi mesi".

Michela Palestra, ecco il bilancio di fine mandato
Politica Rhodense, 31 Dicembre 2017 ore 09:00

Siamo giunti alla fine dell’anno e quasi al termine dell’operato della Giunta Palestra. Ne abbiamo approfittato per fare un bilancio con il sindaco Michela Palestra di questo suo primo mandato.

Michela Palestra, il commento dell'esperienza politica

"E' un'esperienza davvero eccezionale ed arricchente, sono convinta che diventare amministratore sia un privilegio. Stando a contatto con la macchina comunale si ha l'opportunità di capire i meccanismi che regolano la pubblica amministrazione, si comprendono meglio alcune complessità. L'impegno personale diretto per il bene della nostra città, a partire dal consiglio comunale, è un'esperienza che mi sento di suggerire a tutti".

I progetti di cui va più fiera

"Fra i progetti di cui vado più fiera c'è sicuramente il centro civico Agorà, di cui abbiamo appena festeggiato il primo anno di apertura. Ma quello che mi sento di sottolineare è il grande lavoro fatto e che stiamo continuando a fare per rendere evidenti le tante realtà nell'ambito sociale, culturale e non solo che ci sono ad Arese e connetterle fra loro".

Un anno e mezzo fa è stato inaugurato Il Centro. Scelta azzeccata o solo disagi?

"E' un scelta come ben noto che è stata presa prima che arrivassimo, ci sono disagi legati al congestionamento del traffico (e in questo periodo natalizio non sono certo mancati) e un'innegabile sofferenza del tessuto commerciale locale, elementi che pesano. Tuttavia è altrettanto innegabile che sono nate con il centro commerciale opportunità di lavoro e di sviluppo".

Tra qualche mese si vota. Si candiderà di nuovo?

"La gran parte degli obiettivi del programma elettorale sono stati raggiunti e questo era il preciso impegno per questo quinquennio. Da qua a maggio, probabile data delle elezioni, continueremo a lavorare senza sosta. Del resto è presto per farsi prendere dalla febbre elettorale. Abbiamo ancora molto da fare... ma non credo basteranno questi mesi".

 

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter