L'On. Brambilla presenta il recupero dell'ex consorzio agrario di Corbetta

“Questa è la politica del “fare” che ci piace, il contrario della loquace inerzia del Pd e del vuoto pneumatico dei 5s”.

L'On. Brambilla presenta il recupero dell'ex consorzio agrario di Corbetta
Politica Magenta e Abbiategrasso, 26 Febbraio 2018 ore 12:58

Elezioni, l'On. Brambilla presenta il recupero dell'ex consorzio agrario di Corbetta: "Da noi politica del fare".

L'On. Brambilla presenta il recupero dell'ex consorzio agrario

“Questa è la politica del “fare” che ci piace, il contrario della loquace inerzia del Pd e del vuoto pneumatico dei 5s”. É quanto afferma l’on. Michela Vittoria Brambilla, candidata del centrodestra nel collegio uninominale di Abbiategrasso e capolista di Forza Italia nel plurinominale, presentando l’iniziativa di recupero dell’ex Consorzio agrario di Corbetta. “Al centro del paese - spiega - c’è un bellissimo edificio, l’ex Consorzio agrario degli anni Trenta, giustamente vincolato per il suo interesse storico. Chi dice di amare tanto il territorio, e l’ha amministrato così a lungo ed ha passato molto tempo in consiglio regionale, non si è curato di questo gioiello ed ha lasciato che andasse in totale degrado. Io invece sostengo, e sosterrò in ogni sede, l’ottimo progetto del sindaco Ballarini, per un accordo con la proprietà e la soprintendenza che consenta il recupero dell’ex consorzio e lo restituisca, nel rispetto dei suoi pregi, alla città: con spazi associativi, spazi destinati a servizi pubblici e anche una parte privata”. “Quando, a qualsiasi livello, il centrodestra governa – sottolinea la candidata -  le cose si fanno. Altri le “dicono” soltanto, anche se hanno avuto abbondantemente l’opportunità di realizzarle. Abbiamo alle spalle una legislatura dominata dal Pd e soprattutto dalle “fanfaronate” di Renzi: i “renzini” sparsi sul territorio fanno come il capo: cianciano, cianciano, contribuiscono pro-quota alla rovina del paese (una montagna di tasse, immigrazione fuori controllo, povertà record) e lasciano insoluti anche i problemi di casa. Noi li stiamo risolvendo, dal completamento della Malpensa-Vigevano ad una gestione ragionevole dell’immigrazione. Fino alle recenti, tardive e insufficienti correzioni di rotta elettorali, il Pd e i suoi alleati hanno deliberatamente scelto la strada dell’accoglienza indiscriminata, delle porte spalancate senza criterio, delle imposizioni ai Comuni, fino ad accarezzare l’idea di requisire sistematicamente immobili ai privati cittadini per alloggiare i migranti, invece di lavorare intensamente sulla prevenzione dei flussi e sui rimpatri degli irregolari con le autorità dei paesi d’origine. I sindaci sono stati abbandonati a se stessi, con i loro problemi”. Conclude l’on. Michela Vittoria Brambilla.