Librandi insulta e minaccia i finanzieri? Bufera sull'onorevole

L'imprenditore saronnese nega: "E’ tutta fantasia e ovviamente agirò in giudizio perché questa è diffamazione".

Librandi insulta e minaccia i finanzieri? Bufera sull'onorevole
Politica Saronno, 18 Gennaio 2020 ore 13:52

Librandi insulta e minaccia i finanzieri? A svelarlo è un'inchiesta de "L'Espresso" in edicola da domani, domenica 19 gennaio, la cui sola anticipazione ha scatenato un polverone politico, a cui l'onorevole di "Italia Viva" ha risposto negando ogni fatto contestatogli.

Librandi insulta e minaccia i finanzieri? L'inchiesta de "L'Espresso"

Sul numero de "L'Espresso" in edicola da domani, domenica 19 gennaio, verrà pubblicato un servizio speciale con protagonista l'onorevole renziano, ex Pd e attuale membro di "Italia Viva", Gianfranco Librandi di Saronno. Secondo quanto anticipato dal periodico, Librandi avrebbe insultato e minacciato gli uomini della Guardia di Finanza che lo scorso 24 luglio si sono presentati nella sua azienda saronnese, la Tci Telecomunicazioni, per un ordinario controllo. “Sono un intoccabile”; “Voi non fate un c… dal mattino alla sera io lavoro”; “pago le tasse e quindi anche il vostro stipendio”; “Lei sarà un leghista di m…”; “Siete morti”: sono queste le frasi che l'onorevole avrebbe pronunciato contro i finanzieri che svolgevano il loro controllo. Una ricostruzione che sarebbe scritta nel documento ufficiale della Guardia di Finanza.

La replica di Librandi

"Mi ricordo, mi ricordo benissimo la visita della Guarda di Finanza ma questa storia dei ‘leghisti di m…’ non esiste proprio. E’ tutta fantasia e ovviamente agirò in giudizio perché questa è diffamazione. L’esito della verifica fiscale fu che le operazioni dell’azienda risultarono tutte regolari. Invece leggo una ricostruzione tesa a dipingermi come un evasore. La mia è un’azienda seria che paga le tasse. E poi c’è la questione delle offese ai militari: tutta fantasia ed è una cosa che va assolutamente chiarita”, ha replicato l'onorevole di "Italia Viva", negando tutta la ricostruzione fatta da "L'Espresso" e anticipando che agirà legalmente per tutelare la sua immagine.

TORNA ALLA HOME E LEGGI ALTRE NOTIZIE