l'appello

La politica di Legnano unita nella richiesta al Commissario

"Egregio Commissario, ascolti la comunità legnanese"

Legnano e Altomilanese, 20 Maggio 2020 ore 11:01

Le forze politiche legnanesi martedì 19 maggio hanno inviato un appello al Commissario per massimizzare l’uso dei fondi in arrivo dalla Regione e dal Governo “per generare nuove risorse per la nostra comunità” e “per opere che consentano di generare riduzione dei consumi e per migliorare la salute della comunità, il sostegno del welfare locale”. Le forze politiche firmatarie danno e chiedono al Commissario disponibilità “ad aprire un confronto, anche per comprendere le scelte in atto che impatteranno sui futuri bilanci comunali.”

La politica di Legnano unita nella richiesta al Commissario

“In questi giorni si stanno delineando una serie di risorse che arriveranno al Comune per tentare di far rialzare la nostra comunità dall’impatto economico e sociale del CoViD-19. Dal Governo arrivano notizie di un fondo da 3.5 miliardi di euro, che potrebbe portare oltre 3 milioni a Legnano. Intanto Regione Lombardia ha messo a disposizione 1 milione di euro per opere pubbliche (da iniziare entro il 31 ottobre 2020) in materia di sviluppo territoriale sostenibile. Certo 1 milione sembra tanto, ma per realizzare opere, e così in fretta, può essere molto poco. Il rischio è frammentare questo contributo in tanti piccoli interventi già pronti “nei cassetti” del Comune, che non lasceranno particolari effetti sulla vita dei cittadini. Quest’anno e nel 2021 ci troveremo ad affrontare una crescente richiesta di aiuti da parte delle famiglie, delle imprese, degli artigiani e commercianti, dei liberi professionisti. Chiunque tra noi dovrà governare Legnano, avrà di fronte un compito duro: risollevare la comunità e far quadrare un bilancio difficile come mai dal dopoguerra. Per questo chiediamo al Commissario di fare tutto quello che può per ridurre i costi “fissi” (spesa  corrente) che gravano sul nostro bilancio, liberando risorse che oggi come mai diventano preziose e necessarie per ridare ossigeno alla popolazione e all’economia. Ci appelliamo a Lei: usi questo primo milione di euro messo da Regione per opere che consentano di generare riduzione dei consumi e per migliorare la salute della comunità, il sostegno del welfare locale. In particolare, confidando che ci siano ancora i tempi tecnici per farlo, chiediamo a Lei, dottoressa Cirelli, di concentrare l’intervento sull’illuminazione pubblica, bloccando il partenariato pubblico-privato avviato alcune settimane fa; facciamo la gara di lavori gestita e finanziata direttamente dall’Amministrazione Comunale: il tempo è poco ma si può ancora fare. Con il contributo regionale il valore dell’opera a carico del Comune scenderebbe a “soli” 3,5 milioni e avremmo un risparmio ulteriore sulla bolletta di circa 500mila euro all’anno (secondo i dati dichiarati nel progetto preliminare approvato dal Comune), migliorando la sicurezza urbana e dando un bel contributo all’ambiente (minor consumo di energia elettrica)… 1/2 milione di risorse da usare per i cittadini! In alternativa segnaliamo altri 2 interventi che potrebbero essere intrapresi nella logica di generare risorse per dare respiro e benessere alla nostra comunità
1) Efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico, in particolare scolastico e sportivo: diversi progetti sono già previsti nel bilancio comunale.
2) Rete di Mobilità: provvedimenti in arrivo dal Governo permetteranno in tempi brevissimi la realizzazione di una rete di mobilità protetta, partendo dalle attuali previsioni del Piano del Traffico (PGTU). Faremmo bene all’ambiente, alla nostra salute e alle tasche di chi oggi usa l’auto, liberando risorse per sostenere gli acquisti e promuovendo un nuovo modello di mobilità sostenibile, nel rispetto delle nuove regole di distanziamento sociale. Egregio Commissario, ascolti la comunità legnanese e agisca per investire risorse preziose in modi che producano nuove risorse che ci aiuteranno a ripartire quando Lei avrà terminato il Suo importante compito. Noi, candidati sindaci e forze politiche, siamo consapevoli della delicatezza del momento e che le scelte di oggi, anche quelle apparentemente più ordinarie, sono assolutamente straordinarie e determineranno il futuro della nostra comunità. Per questo le chiediamo ascolto e diamo la massima disponibilità ad aprire un confronto, anche per comprendere le scelte in atto che impatteranno sui futuri bilanci comunali. Noi ci siamo!”

I firmitari

Lorenzo Radice – candidato sindaco Insieme per Legnano, Legnano Popolare, Partito Democratico, riLegnano

Alessandro Rogora – candidato sindaco Verdi

Avv. Simone Rigamonti – candidato sindaco Movimento 5 Stelle

Lorenzo Zagatti – articolo1

Rosanna Pontani – Sinistra Italiana

Juan Pablo Turri – Partito della Rifondazione Comunista

Lucia Bertolini – Legnano in Comune

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
ANCI Lombardia