Menu
Cerca
La richiesta

"Intitolate un parco di Legnano ai Martiri delle Foibe"

Fratelli d'Italia ha protocollato una mozione a Legnano per chiedere all'Amministrazione di intitolare un parco ai Martiri delle Foibe.

Politica Legnano e Altomilanese, 07 Febbraio 2021 ore 12:58

Il gruppo consigliare di Fratelli d’Italia ha protoollato una mozione per la richiesta di intitolazione di un parco a Legnano alla memoria dei Martiri delle Foibe, di cui il 10 febbraio è ricorrenza nazionale.

Martiri delle Foibe: la richiesta di Fratelli d'Italia

Hanno dichiarato da Fratelli d'Italia Legnano:

"Con questa richiesta noi di Fratelli d’Italia, congiuntamente alle altre associazioni promotrici quali 'Comitato 10 Febbraio', 'Circolo degli Ustocchi', 'Associazione Culturale La Gorgone' e 'Circolo Carlo Borsani' vogliamo ricordare le vittime delle Foibe e l’esodo degli italiani di Fiume, Istria e Dalmazia, augurandoci che quei tragici eventi non vengano mai dimenticati".

La mozione presentata a Legnano

Nello specifico si legge nella mozione: "Premesso che con legge n. 92 del 30 marzo 2004 è stato istituito il “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale; che è doveroso, a livello nazionale e locale, organizzare adeguate iniziative e commemorazioni per il 10 Febbraio ”Giornata del Ricordo”, in memoria, appunto, dei massacri delle Foibe dove sono avvenuti degli eccidi ai danni di civili, militari, donne, uomini e bambini, da parte dei partigiani comunisti italo-jugoslavi guidati dal maresciallo Tito. Che a seguito di questi drammatici avvenimenti seguì l’esodo di 350.000 Italiani che, tra il 1943 e il 1956, furono costretti ad abbandonare le terre d’origine dell’Istria e della Dalmazia. Che tale tragedia è stata per troppo tempo coperta e dimenticata e solo dopo molti anni si è avuto il coraggio di riconoscerla; che per il rispetto che si deve a queste migliaia di italiani barbaramente uccisi, l’Amministrazione Comunale dovrebbe farsi promotrice di progetti scolastici volti a diffondere la conoscenza di tali tragici eventi in tutte le scuole di ogni ordine e grado, come disposto dall’Art. 1 della legge N°92 con l’attiva partecipazione delle Associazioni degli Esuli presenti sul territorio Nazionale e Regionale; che un atto concreto in tal senso è l’intitolazione di un parco cittadino, con possibilità, poi, di posizionare una lapide commemorativa, dedicata ai Martiri delle Foibe ed agli Esuli Giuliano-Dalmati. Come doveroso ricordo dei nostri connazionali barbaramente uccisi e costretti all’esodo per poter restare liberi Italiani; che nel territorio della Città di Legnano non vi è nulla in commemorazione di tali eventi;

si impegna il sindaco e la Giunta, preso atto delle motivazioni in premessa, a:

- intitolare ai “Martiri delle Foibe ed agli Esuli Giuliano-Dalmati” un’area verde nella Città di Legnano, proponendo quella tra Via Guerciotti angolo Viale Gorizia o altra che sarà indicata dall’Amministrazione. E a farsi promotrice di progetti scolastici volti a diffondere la conoscenza di tali tragici eventi in tutte le scuole di ogni ordine e grado, come disposto dall’Art. 1 della legge N°92 con l’attiva partecipazione delle Associazioni degli Esuli presenti sul territorio Nazionale e Regionale".