Politica
politica e istituzioni

Il sindaco nomina un promotore della cultura della legalità

La nomina da parte del sindaco Lorenzo Radice è avvenuta tramite decreto.

Il sindaco nomina un promotore della cultura della legalità
Politica Legnano e Altomilanese, 11 Novembre 2022 ore 10:01

Il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, ha nominato Eligio Bonfrante come consigliere incaricato alla promozione della cultura della legalità.

Cultura della legalità: nominato il consigliere

È Eligio Bonfrate il consigliere incaricato a svolgere attività per la promozione della cultura della legalità. La nomina da parte del sindaco Lorenzo Radice è avvenuta tramite decreto e utilizzando la facoltà data dall’articolo 22 dello Statuto comunale, che prevede che il Sindaco possa “conferire incarichi ad assessori e consiglieri comunali per riferire su determinate materie che necessitano di particolari indagini e approfondimenti e delegare agli stessi la sottoscrizione di specifici atti nelle ipotesi consentite dalla legge”.

Bonfrate, in particolare, sarà il “referente politico, in rappresentanza del Comune di Legnano,nell’Associazione “Avviso Pubblico, Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie” e avrà mandato di collaborare, all’interno dell’Accordo interistituzionale per la legalità, per dare vita a un tavolo permanente di confronto e consultazione che definirà iniziative e predisporrà strumenti utili per le amministrazioni comunali della Città Metropolitana, ad affrontare problemi attinenti alla criminalità mafiosa e organizzata e alle diverse pratiche corruttive. L’accordo interistituzionale, cui il Comune di Legnano ha recentemente aderito, vede coinvolti Città Metropolitana di Milano, Associazione Libera, Comune di Milano, Prefettura di Milano, Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati (ANBSC) di Milano e Comuni metropolitani.

Le parole del sindaco Radice

«Con questa nomina l’amministrazione prosegue il percorso di valorizzazione dei consiglieri comunali su temi specifici di particolare rilevanza -spiega Radice; in questo caso parliamo di un argomento, la legalità, che investe qualsiasi ente pubblico e che acquista ulteriore importanza alla luce delle ingenti risorse provenienti dal PNRR che saranno investite sul nostro territorio. Una sfida, questa, che non può trovarci impreparati e che è opportuno affrontare, data l’ampia portata del fenomeno, all’interno di reti adeguatamente dimensionate, di scala nazionale o di Città Metropolitana. A Eligio i migliori auguri di buon lavoro».

La soddisfazione da parte di Bonfrate:

«Un grazie al sindaco Radice per avermi affidato un incarico che, per quasi due anni, avevo ricoperto durante il mandato amministrativo di Alberto Centinaio -dice Bonfrate. Allora aveva ricevuto delega dal sindaco per rappresentare l’amministrazione in seno ad Avviso pubblico, cui si era deciso per la prima volta di aderire; un’esperienza molto interessante che sono motivato a riprendere».

Da ricordare che, per lo svolgimento di questo incarico, al consigliere comunale non è dovuto alcun compenso e che l’incarico può essere revocato in qualunque momento dal Sindaco. La durata massima dell’incarico coincide con il mandato del Sindaco.

Seguici sui nostri canali