Politica
Le richieste presentate

Il Comitato Vivi Legnarello porta le sue proposte per la modifica del Pgtu

Fra i punti presentati anche il potenziamento del trasporto pubblico e il completamento dei percorsi ciclabili

Il Comitato Vivi Legnarello porta le sue proposte per la modifica del Pgtu
Politica Legnano e Altomilanese, 01 Aprile 2022 ore 11:28

Il Comitato “Vivi Legnarello” intende fornire il proprio contributo alla revisione del PGTU – piano generale del traffico urbano, che si focalizzerà anche sulla sosta e sulla mobilità sostenibile.

Le diverse proposte del comitato

Sono diversi le proposte e i consigli di modifica che il comitato Vivi Legnaello ha consegnato al Comune di Legnano in vista della modifica del Pgtu. Eccole elencate:

- Parcheggi a tempo per i clienti dei negozi

Qualora di fronte a un’attività commerciale di vicinato la sosta sia libera, a richiesta dell’esercente sarà creato uno stallo di sosta zona disco 1 ora, nella misura di 1 stallo per ogni attività commerciale richiedente. Lo stesso dicasi nel caso in cui di fronte all’esercizio commerciale non esista la sosta libera (ad esempio per divieto di sosta o per presenza stallo disabili) ma sia libera la sosta nello stallo di parcheggio più vicino. In tal caso sarà questo stallo a essere trasformato in zona disco 1 ora. Tale disposizione si applica anche agli studi medici e ai pubblici esercizi aventi superficie lorda di pavimento minore o uguale a mq 250.

- Criteri per la concessione dei parcheggi riservati ai residenti

Considerato che l’intero territorio comunale è classificato “zona di particolare rilevanza urbanistica”, nelle
aree dove la sosta non è a pagamento si chiede l’istituzione di parcheggi riservati ai residenti.
1) Tali parcheggi saranno nella misura minima:
- del 25%, arrotondato per difetto, nei tratti con zona disco (ai residenti non sarà applicata alcuna
limitazione di tempo)
- del 50%, arrotondato per difetto, nei tratti con sosta libera
Le percentuali di cui sopra sono al netto dei parcheggi riservati a particolari categorie di veicoli
(disabili, ecc.).
2) Qualora in un tratto gli stalli di sosta non siano tracciati, sarà considerato il numero di veicoli che
possono sostare.
3) Qualora in un tratto siano presenti sia stalli con zona disco che stalli con sosta libera, ai fini della
determinazione delle percentuali di cui al comma 1 il tratto sarà considerato “zona disco” o “sosta
libera” a seconda del numero del tipo di stalli di sosta prevalente; in caso di parità il tratto sarà
considerato a “sosta libera”.
4) Nelle strade in cui i parcheggi siano stati soppressi per la realizzazione di piste ciclabili, i parcheggi
restanti saranno destinati ai residenti nella misura di cui al comma 1.
5) Nel primo tratto delle strade che si dipartono dai crocevia di vie in cui i parcheggi siano stati
soppressi per realizzare piste ciclabili, saranno istituiti parcheggi per i residenti nella misura di cui al
comma 1 nella parte più vicina alla via ciclabilizzata.
6) Ogni cittadino residente potrà richiedere l’istituzione dei parcheggi riservati ai residenti in uno o più
tratti della via nella quale risiede. Per l’istituzione di tali parcheggi, anche su iniziativa dell’amministrazione comunale, ci si atterrà ai criteri seguenti:
a. Il personale comunale esegue dei sopralluoghi, da documentare anche con immagini, che devono tenersi in giorni feriali. Nella prima giornata di sopralluoghi ne viene svolto uno fra le 9,30 e le 11,30 e un secondo fra le 14,30 e le 16,30; un terzo e un quarto vengono svolti nelle stesse fasce orarie in una seconda giornata dopo non meno di 10 e non più di 13 giorni successivi alla prima giornata.
b. I parcheggi riservati ai residenti potranno essere istituiti nei tratti di via in cui la media dei
posti riscontrati occupati nel tratto interessato nelle 4 rilevazioni di cui al comma
precedente, al netto dei parcheggi riservati a particolari categorie di veicoli, sia almeno del
50%, arrotondato per difetto.
c. Nei tratti di via in cui un punto della carreggiata ricada entro i 200 metri in linea d’aria dal
confine di un lotto che sia stato edificato o ampliato ricorrendo alla monetizzazione di più
di un posto auto per stabile, l’istituzione dei parcheggi riservati ai residenti non necessita
dell’applicazione dei criteri di cui ai precedenti punti a. e b.

7) Potranno fruire dei parcheggi riservati ai residenti, in tutta la via in cui questi siano presenti, tutti i
residenti della via stessa muniti di apposito contrassegno legato alla targa del veicolo in uso e
indicante la via di residenza.
8) In un tratto di via “laterale” che incrocia con una strada in cui i parcheggi siano stati soppressi per la
realizzazione di piste ciclabili, potranno parcheggiare negli stalli riservati ai residenti anche i
residenti sulla via ciclabilizzata. Tale possibilità sarà evidenziata sul contrassegno in modo che il
residente possa parcheggiare anche nelle vie laterali.
9) Non può essere concesso il contrassegno per la sosta residenti a chi risieda in stabili costruiti o
ampliati a seguito di titolo abilitativo rilasciato dopo l’entrata in vigore del PRG 2001 che abbiano
fatto ricorso alla monetizzazione di più di un posto auto per stabile.

Rotatoria Volta / Sempione

Si chiede la realizzazione della rotatoria fra corso Sempione e via Volta, deliberata dal Consiglio comunale in
fase di approvazione del PGTU 2013. Oltre a dare attuazione a quanto deliberato dal Consiglio, la soluzione migliorerebbe il traffico in entrata e in uscita dalla zona di Legnanello. Si eviterebbero inoltre le costanti e lunghe code che si verificano su corso Sempione in direzione sud nelle ore di punta, causate soprattutto da veicoli che devono arrivare alla rotatoria con via Foscolo per poi imboccare via Volta. La rotatoria, inoltre, scongiurerebbe il rischio che alcuni veicoli che percorrono corso Sempione in direzione nord possano sbandare e urtare contro le pompe del distributore di carburante di corso Sempione / Volta. Inversione sensi unici.

Al fine di evitare la congestione che spesso si verifica in ore di punta su via Volta fra via Ferruccio e via Bramante, causata da veicoli che non riescono a svoltare a sinistra nelle ultime 2 vie suddette, si chiede l’inversione dei sensi unici:
- via Bramante, fra via Volta e via Foscolo
- via Cantù, fra via Foscolo e via Volta
Tali provvedimenti inoltre:
- modificherebbero le manovre pericolose all’incrocio Bramante / Foscolo, nel quale i veicoli
provenienti da via Volta svoltano a destra verso corso Sempione e a sinistra verso via Correnti
senza nemmeno fermarsi, con grave rischio di investimento per i pedoni e in futuro anche per i
ciclisti
- renderebbero nuovamente percorribile via Bramante da via Dante fino piazza Monte Grappa; in via
Bramante, anche a seguito dei passati provvedimenti viabilistici adottati, hanno ormai chiuso tutti i
negozi di vicinato, la via è diventata insicura soprattutto nelle ore serali.
Si ritiene inoltre opportuno rialzare la platea degli incroci Volta / Bramante e Foscolo / Cantù.

Rialzo platee incroci

Si chiede, al fine di rallentare i veicoli in transito, che vengano rialzate le platee di alcuni incroci: Volta / Bramante, Foscolo / Cantù, Manzoni / Bramante, Manzoni / Porta, Resegone / Porta, Resegone / Bramante. Mantenimento assetto viabilistico.
Vista la difficoltà di accesso e uscita dalla zona, che può avvenire principalmente da via Resegone e via Volta, a parte i provvedimenti che vengono qui suggeriti si chiede che non vengano apportate ulteriori modifiche agli schemi viabilistici della zona.

Parcheggio sotterraneo via Dante

Si chiede che dalla Traslazione della Croce pre Palio alla domenica successiva alla Traslazione della Croce
post Palio rimanga aperto h 24, in modo da non intasare le strade intorno al maniero della contrada
Legnarello. Contestualmente si chiede la messa in sicurezza di tale parcheggio con l’installazione di sistemi di videosorveglianza e una conveniente illuminazione.

Completamento percorsi ciclabili

Si chiede la realizzazione dei percorsi ciclabili lungo via Saronnese, come previsto dalla tav. OS10 del vigente PPT Oltresempione. Particolare importanza riveste il previsto sottopasso in prossimità dell’incrocio Saronnese / Battisti che consentirebbe ai ciclisti di raggiungere in sicurezza l’Oltresaronnese.

Potenziamento trasporto pubblico urbano

Via Alessandro Volta attraversa una zona in cui risiede una popolazione prevalentemente anziana che necessita del trasporto pubblico urbano. Da anni in via Volta passa la linea E, pensata per un utilizzo scolastico: solo 2/3 corse al giorno che, fra l’altro, non permettono nemmeno di raggiungere il centro città e l’ospedale. Pertanto si ritiene necessaria una revisione dei percorsi che consenta a via Volta di essere servita da una linea ad orario cadenzato, come le altre della città, che permetta di raggiungere le destinazioni generalmente di interesse per le fasce di popolazione anziana. Anche in tale ottica sarebbe utile la rotatoria fra via Volta e corso Sempione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter