Politica
Garbagnate

Giuseppe Macrì sarà il candidato sindaco del Partito democratico

Il Pd non nasconde la volontà di cercare di ampliare il consenso "proponendosi a chi nei prossimi mesi sarà in procinto di formare nuove liste o confermare quelle già note"

Giuseppe Macrì sarà il candidato sindaco del Partito democratico
Politica Bollatese, 28 Settembre 2021 ore 14:40

La sezione del Partito Democratico di via Legnano presenta l’avvocato Giuseppe Macrì come candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative dell’estate 2022.

Giuseppe Macrì sarà il candidato sindaco del Partito democratico

A fare la prima mossa è stato proprio il più grande partito di opposizione in consiglio comunale. Durante la conferenza stampa di lunedì scorso, 27 settembre, introdotta dal segretario del Pd locale, Giovanni De Angelis, è stato sottolineato che questa presentazione non è in anticipo sui tempi: “In un momento di pandemia nel quale tutte le attività sono rallentate c’è l’esigenza di introdurre le novità politiche in tempi diversi rispetto a prima", ha spiegato De Angelis.

Il candidato

"Giuseppe ha frequentato le scuole a Garbagnate e vissuto la vita di questa città - ha continuato il segretario De Angelis - È stato tesserato da sempre alla nostra sezione e lo conoscono negli ambienti politici di Milano e Garbagnate. Ha ricoperto in passato altre cariche: è stato uno dei consiglieri della azienda municipalizzata del gas e farmacie comunali ed ha quindi esperienza amministrativa. È impegnato attivamente nella collettività locale attraverso la presidenza del Comitato genitori e quindi interessato alle problematiche della scuola. È stato componente del corpo musicale Santa Cecilia fino a diventarne il presidente”.

Un programma definito ma da poter condividere anche con altre liste

Il programma che sta stilando il circolo del Partito democratico servirà oltre che alla ufficializzazione dei principi cardine su cui si deve fondare l’idea di sindaco, "anche a coinvolgere tutte le persone che si riconoscono nei valori elencati dal Pd". Un aspetto importante di questa candidatura è che il Pd non nasconde la volontà di cercare di ampliare il consenso "proponendosi a chi nei prossimi mesi sarà in procinto di formare nuove liste o confermare quelle già note".