Menu
Cerca
rho

Giudici: "Il comune renda gratuita la Tosap per i commercianti fino al 31 dicembre"

La Giunta ha deciso di sospendere la Tosap, la tassa per l’occupazione di aree pubbliche, fino al 31 marzo

Giudici: "Il comune renda gratuita la Tosap per i commercianti fino al 31 dicembre"
Politica Rhodense, 09 Febbraio 2021 ore 15:09

Simone Giudici (Lega): “Un paio di mesi di sospensione non bastano, si prolunghi la misura per tutto l’anno”

Giudici: "Il comune renda gratuita la Tosap per i commercianti fino al 31 dicembre"

La Giunta rhodense guidata da Pietro Romano ha deciso di sospendere la Tosap, la tassa per l’occupazione di aree pubbliche, fino al 31 marzo. Lo stanziamento per tale misura dovrebbe incidere sulle casse comunali per circa 10.000 euro.
Nel merito è intervenuto Simone Giudici consigliere comunale di Rho e consigliere Regionale.

“La misura è sicuramente meritevole nella forma  ma credo che il Comune possa e debba fare molto di più. Tale sospensione non è sufficiente ad alleviare le sofferenze patite dai nostri commercianti, costretti a chiudere per la pandemia per mesi e mesi.  Se il Sindaco ha realmente intenzione di aiutare le realtà economiche di Rho deve stanziare maggiori risorse per coprire il mancato gettito della Tosap per almeno tutto il 2021.
Credo che il comune di Rho debba fare il possibile per prolungare la durata di questo provvedimento e parallelamente individuare altre forme di sostegno al commercio locale che è stato duramente colpito da questa pandemia e sicuramente necessiterà di diverso tempo per riprendersi.
E’ importante anche che il comune, post pandemia, riesca a rendere più attrattiva la nostra città e sappia cogliere al volo le trasformazioni che ci saranno sicuramente nell’area post expo e che potranno portare un indotto per la nostra città.
Regione Lombardia in questo periodo ha stanziato oltre 3 miliardi di euro in favore della ripresa economica, con un impegno sul suo bilancio di quasi il 15%.
Inoltre, su richiesta dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico Guido Guidesi, la Regione ha richiesto con forza che venga permesso quanto prima ai ristoratori e ai baristi di poter svolgere il proprio lavoro fino alle 22. Si attendendo risposte".