Politica

Chiuso il dispensario farmaceutico di Olcella, parla il sindaco

Il primo cittadino Susanna Biondi fa chiarezza sulla chiusura del dispensario farmaceutico imposta dalla Regione tra le proteste dei residenti.

Chiuso il dispensario farmaceutico di Olcella, parla il sindaco
Politica 28 Ottobre 2017 ore 09:22

Nonostante i tentativi dell'Amministrazione comunale di Busto Garolfo, Regione Lombardia ha disposto la chiusura del dispensario farmaceutico di Olcella.

"Fatto tutto il possibile"

La decisione è conseguenza dell'apertura di una nuova farmacia sul territorio comunale, a meno di due chilometri dalla frazione. "Tutti gli olcellesi - commenta il sindaco Susanna Biondi - devono sapere che la mia amministrazione ha fatto tutto il possibile, a livello istituzionale, per impedire questo evento. Purtroppo la legge è chiara e noi dobbiamo attenerci. Quello che adesso possiamo fare è trovare il modo di supportare i cittadini che subiscono questo disagio".

Le contromosse

Grazie alla disponibilità del gestore della nuova farmacia, si sta valutando di aprire uno sportello farmaceutico. In questo modo, in via sperimentale, il dottor Stefanetti potrà essere a disposizione dei cittadini un'ora al giorno, nella quale consegnerà i medicinali, darà consulenze e potrà effettuare prove della pressione. L'amministrazione comunale sta anche valutando l'introduzione della consegna a domicilio dei farmaci per anziani, invalidi e persone con problematiche temporanee.

Attacco all'opposizione

"Il comunicato stampa di Nuovi Orizzonti - dice il sindaco - è quanto di più opportunistico e privo di sostanza ci possa essere. Non ci sono dati, non ci sono fatti: solo critiche banali e generiche. Anche io avrei potuto cavalcare la polemica politica, scaricando tutte le responsabilità sulla Giunta Pirazzini che, nel 2012, approvò l'attuale pianta organica delle farmacie. E' da lì, infatti, che la chiusura del dispensario farmaceutico di Olcella si origina".