Menu
Cerca
Arluno

Eternit all’ex fonderia: sono partiti i lavori tanto attesi

Agolli: «Promessa mantenuta». Esulta anche Colombo: «Ci siamo battuti perché la salute pubblica è importante»

Eternit all’ex fonderia: sono partiti i lavori tanto attesi
Politica Magenta e Abbiategrasso, 28 Febbraio 2021 ore 11:46

Partiti i lavori per lo smaltimento dell’eternit dalle coperture dell’ex fonderia di Arluno. E’ questa la notizia che la politica arlunese aspettava da tempo e che ha visto il suo avvio nella giornata di lunedì.

Eternit all’ex fonderia: sono partiti i lavori tanto attesi

Un’epopea giunta al termine dopo anni di scontri via missiva tra le parti coinvolte, da un lato il Comune di Arluno, dall’altro i privati, proprietari della struttura. Nell’ottobre del 2019 l’Amministrazione guidata da Moreno Agolli dispone, attraverso un’ordinanza, che i proprietari della struttura si attivino per la rimozione dell’eternit dai tetti degli edifici entro tre mesi. L’accordo tra i soggetti coinvolti verrà raggiunto soltanto un anno più tardi, nel dicembre 2020, quando i proprietari presentano un piano di lavoro con la data di inizio dei lavori per smaltire l’amianto, previsti per il 22 febbraio: «La promessa è stata mantenuta – ha confermato il primo cittadino – Possiamo dirci soddisfatti perché lunedì sono iniziati gli interventi come stabilito. C’è da dire che la pandemia non ha aiutato e i tempi si sono allungati anche per questo motivo».

La soddisfazione di Cambiamo Arluno

Ad esultare per la vittoria portata a casa, è anche la fazione politica d’opposizione guidata da Alfio Colombo che ha sempre dato battaglia in Consiglio comunale per il raggiungimento del risultato:«Come gruppo siamo soddisfatti del traguardo raggiunto perché questo era uno dei temi fondamentali del nostro programma durante la campagna elettorale – ha commentato Colombo – La salute pubblica è importante e non può passare in secondo piano; durante questi anni più volte ci siamo battuti affinché l’Amministrazione prendesse posizione e agisse». «Finalmente siamo riusciti a raggiungere un risultato, che però, a detta nostra, arriva troppo tardi perché l’indice di degrado è scaduto nel 2015 e questo lavoro doveva essere fatto nella prima Amministrazione Agolli», ha concluso il consigliere di Cambiamo Arluno, Elisabetta Fusar Poli.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli