San Vittore Olona

Emergenza Coronavirus, la Giunta: “Ecco cosa abbiamo fatto per i concittadini”

Dalla rete di volontari per la distribuzione della spesa dei farmacia ai voucher alimentari fino alle agevolazioni sulle tariffe

Emergenza Coronavirus, la Giunta: “Ecco cosa abbiamo fatto per i concittadini”
Legnano e Altomilanese, 02 Agosto 2020 ore 15:07

Emergenza Coronavirus, l’Amministrazione comunale di Vittore Olona fa il riassunto delle misure messe in campo per aiutare le famiglie e commercianti.

Emergenza Coronavirus, gli interventi del Comune

Aiuti ai cittadini, soprattutto per quelle categorie più colpite dalla chiusura della propria attività durante l’emergenza Coronavirus.
L’Amministrazione comunale del sindaco Daniela Rossi ripercorre tutte le attività svolte dai servizi sociali in questo periodo difficile, dove alcune famiglie si sono trovate in difficoltà economica (dovendo ricorrere a chiedere aiuti per la spesa) così come esercizi commerciali e imprese che hanno visto fermare o rallentare la propria produzione e attività in paese.
“L’ufficio, in prima linea durante l’emergenza insieme alla Polizia Locale, ha realizzato in brevissimo tempo una rete di volontariato per garantire all’utenza più fragile la consegna a domicilio della spesa (generi alimentari e di prima necessità) e di farmaci, intervento svolto sia a favore delle persone fragili che di utenti infetti da Covid-19 o in quarantena domiciliare; le numerose telefonate di ringraziamento da parte delle persone assistite è stato un grande regalo per l’intenso lavoro svolto” ricordano dalla Giunta.
Poi i Buoni spesa: “Si è poi provveduto all’erogazione dei Voucher alimentari assegnati con l’ordinanza 658 del 29 marzo del Capo del Dipartimento della Protezione civile e Presidenza del Consiglio dei Ministri per 44.119,62 complessivi a titolo di Fondo di solidarietà alimentare – proseguono dalla squadra di governo del paese – Importo complessivo così destinato: 195 le domande istruite, 151 i nuclei idonei, 33 quelli non idonei, tre i nuclei che hanno rinunciato al beneficio (di cui uno solo al pacco alimentare e non ai voucher assegnati) e tre domande non integrate perchè prive di risposta da parte dell’utente. In totale, il valore erogato dei Voucher è stato pari a 39.250 euro, il totale del valore dei pacchi alimentari erogati è stato di 4.865,60 di cui 23 pacchi del valore di 46,59 euro, 6 per 279,76 e 18 per 117,52 (budget residuo 4,02 euro)”.
Come detto, il lavoro ha visto l’ufficio servizi sociali operare anche insieme alla Polizia Locale “nel rispondere alle centinaia di chiamate giornaliere da parte dell’utenza per informazioni in merito alle limitazioni ministeriali e regionali imposte per il contenimento del virus”.
Poi agevolazioni su tasse e a favore del commercio per far fronte a questo periodo non facile: “Per la Tari sono state confermate le medesime tariffe del 2019, senza alcun aumento e sono state prorogate le scadenze di versamento al 31 agosto, 30 ottobre e 5 dicembre 2020 – proseguono dalla Giunta – Abbiamo approvato riduzioni tariffarie per le attività economiche costrette alla chiusura da decreti o ordinanze, riduzioni tariffarie (Tari sociale) per nuclei familiari disagiati, esenzione del pagamento della Tosap per concessionari di aree pubbliche del mercato per le settimane di sospensione dello stesso, esenzione del pagamento della Tosap con tavolini e sedie da parte di imprese di pubblico esercizio fino al 31 ottobre, esenzione della prima rata Imu da parte di attività alberghiere. E abbiamo concordato con il concessionario san Marco sr la sospensione di tutte le procedure esecutive”.

TORNA ALL’HOMAPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia