Nerviano

Elezioni, Alfredo Girolamo Franceschini candidato sindaco del Pd

Per la prima volta il partito di centrosinistra corre con il suo simbolo. A suo sostegno ci sarà anche una lista civica. Contatti anche col Movimento 5 stelle

Elezioni, Alfredo Girolamo Franceschini candidato sindaco del Pd
Politica Legnano e Altomilanese, 28 Luglio 2021 ore 10:40

Elezioni comunali di Nerviano: Alfredo Girolamo Franceschini è il candidato sindaco del Partito democratico.

Elezioni, il Pd ha scelto Franceschini

E' Alfredo Girolamo Franceschini il candidato sindaco del Partito democratico per le elezioni comunali di ottobre. Ex insegnante al liceo Rebora di Rho (oggi in pensione), psicologo, residente a Sant'Ilario, ex assessore alla Cultura durante il primo mandato dell'ex sindaco Enrico Cozzi, Franceschini si è presentato ieri, martedì 27 luglio 2021, nella sala civica di Garbatola.
"Ho 69 anni, età alla quale purtroppo non è arrivato Angelo Vassallo, sindaco di Pollica non ci è arrivato in quanto ucciso prima in quanto il suo programma aveva al primo posto la legalità e la difesa dell'ambiente, non ci è arrivato il magistrato Rosario Livatino, ucciso dalla mafia, non ci è arrivato il giornalista Walter Tobagi, ucciso dalle Brigate Rosse: questi sono i valori imperativi che mi e ci animano - ha esordito Franceschini - Nella campagna elettorale del 2006, al quale ho contribuito, le priorità erano pedoni, ciclisti e, solo parecchio dopo, le auto: nei cinque anni passati in quell'Amministrazione comunale qualcosa è stato fatto ma è mancato il coraggio di fare quello che avremmo dovuto fare anche per via dei vincoli del Patto di stabilità e altre difficoltà che oggi non ci sono, il periodo era diverso. Ma a quel programma ci sono ancora affezionati: quindi ciclisti, pedoni e, solo dopo, le auto. L'attuale Amministrazione comunale avrà sicuramente ritenuto giusto, per loro, intervenire su viale Villoresi, allargandolo di 40 centimetri per le auto: io avrei fatto diversamente, sottraendoli alle vetture e dandoli a pedoni e ciclisti. Occorre creare spazi da dare a chi ne ha diritto prima delle automobili: ci sono ancora zone in paese, basti pensare a Sant'Ilario o via Brera, dove a piedi o in bici si rischia ancora moltissimo. Rispettare la legalità è anche questo: dare gli spazi giusti a chi ne ha bisogno".
E prosegue: "L'abbattimento delle barriere architettoniche è un dovere civico e ne sono molto sensibile: è al primo posto nei miei e nostri pensieri. Nerviano è una città che deve essere 'aperta a tutte le ore', cosa che ho cercato di fare quando ero assessore: abbiamo portato concerti e teatro nei cortili ed è stato un grande successo". Poi lo slogan: "Una politica giusta ricostruisce vite - ha affermato Franceschini - Abbiamo bisogno di ricostruire le nostre vite dopo questi due anni difficili, ripartendo da valori imperativi quali l'antifascismo, la solidarietà, il rispetto per l'altro. L'altro è quello che spesso molti guardano con sospetto per il colore della pelle o altro: dobbiamo ritrovare la capacità di guardarci negli occhi, senza timori".
E ha concluso: "In una località italiano è stato lanciato un progetto di co-housing in un immobile della parrocchia che vedrà come futuri inquilini rifugiati e ragazzi autistici. E' un bellissimo progetto. Qui a Garbatola avevamo la Casa per l'emergenza abitativa ma in questi ultimi cinque anni non se n'è saputo più nulla. Occorre invece tornare a queste esperienze, perchè all'altro occorre garantire i nostri stessi diritti come cittadino italiano". 

Le parole del circolo, la lista civica. E il M5S?

"La scelta di Franceschini è l'epilogo naturale di un percorso intrapreso dal nostro circolo, è la scelta migliore: ha competenza, esperienza, è persona pacata - ha commentato Gennaro Elmo, segretario del Pd Nerviano - E' la prima volta che il Pd si presenta a Nerviano con il proprio simbolo con una lista autonoma e stiamo lavorando anche su una lista civica di supporto insieme ad amici e compagni di sinistra e centrosinistra con i quali si condivide la visione politica e che vogliono darci una mano. Abbiamo cercato, in quest'ultimo tempo, di coinvolgere altre forze politiche e liste civiche con le quali poteva esserci una condivisione di valori così da costituire un fronte democratico ma non è stato possibile. Per noi alcuni valori rimangono imprescindibili quali i principi elencati dalla nostra Costituzione. Nerviano deve avere una svolta verso uno sviluppo sostenibile, per una comunità che sappia incontrarsi e fare socializzazione, per una valorizzazione del verde e tutela della salute soprattutto verso i più fragili e i nuovi poveri".
Contatti ci sono stati anche col Movimento 5 Stelle: "C'è stato un contatto, ci stanno pensando: c'è una porta aperta anche con loro - afferma Elmo - Cerchiamo di essere inclusivi, siamo aperti a chi può dare una mano, coi nostri valori che restano imprescindibili". E Franceschini: "Proprio stamattina ho parlato con esponenti del M5S, e pare ci sia la possibilità e buone prospettive di fare un percorso insieme laddove si trovino delle coincidenze sui temi fondanti del nostro programma ai quali loro sembrano interessati". 

Il sostegno

Presenti anche dirigenti del Partito democratico. "Oggi c'è qualcuno che ci vuol far credere che destra e sinistra non esistono più e che la politica ha perso significato: ma i valori che proponiamo, quali l'attenzione all'altro e la centralità delle persone, dimostrano invece un modo nuovo di fare politica - ha dichiarato Silvia Roggiani, segretaria metropolitana Pd Milano - Anche qui a Nerviano non si è messa davanti la comunità, i progetti al futuro: si guarda al consenso immediato, c'è una Lega che sta strizzando l'occhio alle piazze No Vax, che sono piazze che mettono a rischio la vita delle persone. Il Pd è qui nel nome della responsabilità e per cambiare la qualità della vita delle persone guardando all'oggi ma anche al domani".
Poi Vinicio Peluffo, segretario regionale del Pd: "Punto centrale è e sarà la trasparenza, serve rimettersi a ricostruire le nostre comunità mettendo in campo l'ascolto e il confronto". Infine Enrico Cozzi, coordinatore del Pd dell'Altomilanese ed ex sindaco di Nerviano: "Non ho che ricordi positivi del lavoro svolto con Franceschini assessore, ha una grande voglia di guardare oltre. Il fatto che ci deve contraddistinguere non è continuare a parlare di cosa è stato fatto o meno perchè chi amministra fa delle scelte, che possono piacere o non piacere: occorre costruire qualcosa per il domani. Basta parlare di ieri, dobbiamo avere una visione di prospettiva per il paese".

Le foto:

8 foto Sfoglia la gallery