Menu
Cerca

Elezioni a Castano: Luca Fusetti non si ricandida

L'assessore annuncia l'intenzione di fare un passo indietro per impegni famigliari e professionali.

Elezioni a Castano: Luca Fusetti non si ricandida
Politica Legnano e Altomilanese, 30 Ottobre 2018 ore 16:58

Elezioni a Castano: Fusetti annuncia un passo indietro.

Elezioni a Castano, la scelta dell'assessore Fusetti

L'assessore all'Ecologia e alla Cultura Luca Fusetti è stato nominato nel direttivo del nuovo Movimento Lombardi civici europeisti nella giornata del 23 ottobre. Inizia così la sua "nuova avventura al Pirellone" che non precluderà certo il suo impegno in Giunta i questi mesi prima delle elezioni, come ha spiegato lui stesso nell'intervista che uscirà su Settegiorni Legnano-Altomilanese in edicola da venerdì 2 novembre. Ma non mancano le sorprese a proposito di amministrative, perché Fusetti in tal senso ha le idee chiare. A oggi, non si ricandiderà, per motivi familiari e di professione, nella lista a sostegno di Giuseppe Pignatiello. "Posso tranquillamente dire - spiega Fusetti - che a oggi non è mia intenzione ripresentarmi per concorrere alla riconferma amministrativa della città. In questi cinque anni e oltre (se contiamo anche la precedente campagna elettorale e costituzione del Gruppo Progettando), ho dovuto sacrificare tempo, impegno ed energie alla famiglia e alla professione, a volte non senza rimpianti".

"Famiglia e professione mi reclamano"

"La nostra Amministrazione - prosegue Fusetti - si è distinta per il rinnovamento partecipativo e diretto di quasi tutti i suoi componenti. Impegno importantissimo che ha portato costantemente tutti noi, ad avere un nuovo e corretto contatto con la cittadinanza, meriti riconosciuti ed innegabili rispetto alle amministrazioni passate. Personalmente ho seguito con ottimi risultati tangibili, diverse deleghe molto eterogenee tra loro,  rivoluzionando e migliorando di molto tutto il servizio ecologico cittadino, incrementando e allargando a tutto il territorio il riconoscimento e l’impegno diretto del gruppo cittadino di Protezione civile e tornando a riconoscere Castano Primo come polo centrale culturale di tutto il Castanese, solo per dirne alcune. Risultati importanti che hanno richiesto carichi di lavoro importanti, sia in materia temporale che di quantità e qualità di energie spese, sottratti alla mia famiglia che mi ha sempre supportato in tutto ciò, ma a cui ora ho il dovere di dedicarci almeno una riflessione in merito. Successivamente a essa, devo anche prendere in considerazione una condizione professionale attualmente ottimale e in continuo positivo sviluppo a cui non posso non destinare altrettante considerazioni circa il fatto che la politica non è la mia fonte di sostentamento familiare".

"Il mio impegno per questi ultimi mesi non verrà meno"

"Tutto ciò - conclude l'assessore - mi porta, a oggi, a impegnarmi al massimo delle mie possibilità, come ho sempre fatto, nel conseguimento di tutti i progetti e i programmi ancora in itinere per questi ultimi mesi, ma a non considerare l’eventualità di una prosecuzione futura. La decisione finale sarà comunque presa nei prossimi mesi in accordo con il sindaco Pignatiello con cui ho già avuto confronti in merito e con cui ho da sempre un rapporto aperto, sincero, cordiale e di collaborazione reciproca, considerando tutte le opzioni possibili e gli sviluppi personali in continua evoluzione".