Politica

Elezioni 2018, Candiani e Bortot: "La Lega con i piccoli Comuni"

Piccoli comuni, realtà da difendere e tutelare con finanziamenti e incentivi alle famiglie. Candiani e Bortot: "Se non interveniamo, desertificazione della provincia".

Elezioni 2018, Candiani e Bortot: "La Lega con i piccoli Comuni"
Politica Saronno, 03 Febbraio 2018 ore 20:54

Il candidato all'uninominale per il Senato e la candidata consigliere alla Regione per la Lega sono i primi a parlare di piccoli Comuni nel dibattito per le elezioni 2018: "Difendere e valorizzare le piccole comunità".

Elezioni 2018, parlare del territorio

Tutto è partito dal grido d'allarme di Vincenzo Maffei, sindaco di Casciago Primo circa l'assenza dei piccoli comuni dal dibattito nazionale. Un tema caro a Tiziana Bortot, Responsabile dei Servizi Finanziari delle piccole comunità di Cuvio e Cuveglio. "La Lega di Salvini sia a livello nazionale sia regionale vuole difendere l'esistenza delle piccole realtà - spiegano i due - E anzi valorizzarle sempre di più". Il mezzo, continuano, sono "politiche che sostengano per esempio le attività commerciali e i servizi che ancora resistono, con nuovi investimenti che invoglino le famiglie a vivere in questi comuni".

Golia aiuti Davide

Primo passo per aiutare le piccole comunità, ovviamente, sono maggiori stanziamenti economici. Che devono arrivare da Roma. Ma non briciole, come i 100 milioni di euro discussi a Palazzo Madama. "Una cifra risibile", aveva sottolineato Candiani, precisando che “i 100 milioni di euro proposti dal PD a livello nazionale, suddivisi per gli oltre 5.580 piccoli comuni italiani, si traducono in 1 euro e 40 centesimi circa all'anno per ogni abitante. Un investimento veramente ridicolo”. “Noi siamo sempre stati a difesa delle identità locali, che sono quelle che ci caratterizzano – prosegue Candiani - mentre il Pd promuove le fusioni che, oltre a demolire le identità, creano disagio agli abitanti, spesso traducendosi  in maggiori costi per alla collettività”.

Piccoli comuni anima del territorio

“I piccoli comuni del nostro territorio rappresentano la vera anima delle terre prealpine – commenta la candidata alle Regionali, Tiziana Bortot - Borghi bellissimi la cui tutela è a rischio a causa delle ristrettezze economiche degli enti locali. Lasciare le giunte comunali da sole di fronte agli ostacoli troppo grandi non è un'opzione accettabile.  Tra le priorità di mandato in Consiglio regionale, ci sarà quella di  individuare maggiori risorse da destinare ai piccoli comuni del nostro territorio”. Le Valli del nord della provincia rappresentano una realtà che necessita di sempre maggiori attenzioni. “Dobbiamo tutelare lo stile di vita e la vivibilità stessa di questi territori – conclude Tiziana Bortot – se non salviamo le piccole realtà, andremo incontro ad una progressiva desertificazione di una vasta e splendida area della nostra provincia”.

 

 

Seguici sui nostri canali