Politica

Discarica Cerro, Comune incontra Ecoceresc e Paolo Berlusconi

In municipio si sono incontrati la giunta cerrese, la società Ecoceresc e il rappresentante della proprietà (ossia il fratello dell'ex Premier). Il sindaco Berra ha ribadito il suo no

Discarica Cerro, Comune incontra Ecoceresc e Paolo Berlusconi
Politica Legnano e Altomilanese, 30 Marzo 2019 ore 11:53

Discarica Cerro: la giunta del sindaco Nuccia Berra ha incontrato la società che vuole conferire nuovi rifiuti, presente anche il rappresentante della proprietà Paolo Berlusconi. L'Amministrazione comunale ha ribadito il suo no

Discarica Cerro, anche Paolo Berlusconi in municipio

La giunta di Cerro Maggiore ha ribadito il suo no al conferimento di nuovi rifiuti nel Polo Baraggia (il progetto è quello della società Ecoceresc che intende portare fanghi industriali al posto dei previsti terre e rocce di scavo, progetto che ha incassato il diniego da parte di Città metropolitana oltre il no dei Comuni di Cerro Maggiore e Rescaldina e che ha visto rinascere anche il Comitato intercomunale di crisi ambientale e il Comitato cittadini anti-discarica).
Mercoledì 27 marzo, nel palazzo comunale di Cerro si è svolto un incontro importante: da una parte la giunta cerrese, dall'altra Ecoceresc e Paolo Berlusconi, rappresentante della proprietà. "Assieme al Comitato stiamo predisponendo una serie di iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza e con il nostro legale il confronto è continuo - esordisce il sindaco Nuccia Berra, presente all'incontro -. Tutto questo lavoro serve per arrivare ad un risultato concreto di ambientalizzazione dell'area Baraggia e ad una educazione consapevole dei giovani cittadini che non hanno vissuto direttamente il problema della discarica negli anni 90. Facendo seguito  a quanto detto sopra e ai risultati che fino ad ora abbiamo conseguito sulla vicenda discarica, abbiamo accettato la proposta di  incontro fattaci pervenire dalla dirigenza di Ecoceresc per ribadire la nostra posizione contraria al progetto presentato in città metropolitana e per valutare soluzioni alla vicenda attuabili immediatamente per realizzare il recupero del lotto 3 dell'area Baraggia. Nell'incontro abbiamo ovviamente ascoltato la loro relazione e spiegato la nostra posizione ed abbiamo ribadito la volontà di perseguire le finalità dell'accordo di programma.

Berra ribadisce il suo no ai rifiuti

"Vogliamo cercare di risolvere le problematiche ereditate dal passato, anche in merito alla discarica - prosegue il primo cittadino cerrese -. Proprio la presenza del responsabile del settore urbanistica e ambiente del Comune di Cerro Maggiore ci ha permesso di analizzare la questione sia dal punto di vista politico che dal punto di vista tecnico affrontando direttamente ed immediatamente alcune problematiche tecniche che nel passato non hanno permesso di agire. Evidentemente il lavoro da fare è ancora molto e aspettiamo gli atti concreti di Ecoceresc, ma per riuscire ad ottenere il risultato nel più breve tempo possibile occorre percorrere ogni strada possibile. Come Sindaco ho bene in mente l'obiettivo e parlerò con chiunque, se questo servirà per raggiungere velocemente il risultato, sottolineando infine che la presenza al tavolo del confronto del dottor Paolo Berlusconi, quale rappresentante della proprietà, non ha minimamente influenzato il nostro atteggiamento, perché la sua presenza era assolutamente legittima, come la nostra posizione assolutamente chiara e trasparente, e questi due fattori insieme hanno contribuito a chiarire in modo inequivocabile le nostra proposta.E non potrebbe essere altrimenti".
Conclude Berra: "Ci siamo lasciati con l'impegno da parte di Ecoceresc di far pervenire al più presto una base di convenzione per iniziare il riempimento del terzo lotto con terre e rocce di scavo derivanti dall'ampliamento del vicino Centro commerciale Auchan".

TORNA ALL'HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE

Seguici sui nostri canali