Politica
Ora quattro centri locali per la terza dose

Covid, chiude il maxi-hub vaccinale alla Fiera di Abbiategrasso

L'hub aperto in Fiera a marzo ha ospitato 155mila inoculazioni. Per la terza dose saranno avviati quattro centri locali

Covid, chiude il maxi-hub vaccinale alla Fiera di Abbiategrasso
Politica Magenta e Abbiategrasso, 01 Ottobre 2021 ore 14:28

L'hub aperto in Fiera a marzo ha ospitato 155mila inoculazioni. Per la terza dose saranno avviati quattro centri locali

Covid, chiude il maxi-hub vaccinale alla Fiera di Abbiategrasso

Si è tenuta questa mattina, 1 ottobre, la conferenza stampa di Asst riguardante la chiusura della campagna vaccinale anti Covid all'Hub del quartiere fiera prevista per il 10 ottobre. Presenti il sindaco Cesare Nai e e l'assessore Rosella Petrali, assieme al direttore generale Fulvio Odinolfi, che ha illustrato l'attività svolta in questi sei mesi. Dall'inizio dell'attività lo scorso 8 marzo all'Hub sono state effettuate 155mila inoculazioni, raggiungendo picchi di 1400 vaccinazioni al giorno.

Odinolfi: “Abbiamo scalato la montagna”

Odinolfi si è detto soddisfatto del buon lavoro svolto: “Si è trattato di una esperienza nuova e mai provata prima, abbiamo affrontato questa montagna da scalare con molte certezze, con l'impegno di dare un servizio alla popolazione e implementando la collaborazione con il Comune. C'era anche qualche preoccupazione ma abbiamo raggiunto gli obiettivi”. Ringraziamenti ad operatori, medici, infermieri, agli Alpini ed ai Bersaglieri, a tutto il personale Asst e a quanti hanno contribuito in questi mesi .

Verso quattro centri locali per la terza dose

Nel passaggio dalla fase di emergenza a quella di una nuova normalità, sta prendendo il via la campagna per la terza dose. Con l'hub massivo in Fiera che chiuderà il 10 ottobre, saranno aperti quattro centri locali: le attività proseguiranno dunque ancora anche in Fiera, ma sarà operativo un centro locale anche all'ospedale Cantù di Abbiategrasso.

Nai: “Momento di grande condivisione e solidarietà”

“L'esperienza di questo centro nasce l'anno scorso con la campagna antinfluenzale che ci ha permesso di constatare le potenzialità di questa struttura – ha commentato il sindaco Cesare Nai -. Ringrazio il personale sanitario, tutte le associazioni di volontariato che hanno reso possibile questa campagna vaccinale, Protezione Civile, Auser, Croce Azzurra, Bersaglieri, Alpini, Amici del Palio e gli uffici comunali per il lavoro svolto. Non c'è mai stato un momento in cui la campagna vaccinale non sia stata per noi una priorità, rispetto alla quale anche l'impegno finanziario necessario è passato in secondo piano. Si è creato un momento di grande condivisione e solidarietà tra tutti. L'Amministrazione e la comunità di Abbiategrasso ci ha creduto da subito. Ora il centro rimarrà allestito per ospitare la campagna antinfluenzale, mentre le consuete manifestazioni fieristiche per quest'anno abbiamo deciso di collocarle altrove”.

Petrali: “Speriamo di poter organizzare un momento di festa”

“Abbiamo avuto momenti davvero difficili, specialmente all'inizio quando nemmeno noi eravamo immunizzati ed eravamo di fronte a una situazione del tutto nuova – ha commentato l'assessore al Sociale Rosella Petrali - Voglio ringraziare tutti per il massimo impegno, e in particolar modo la Protezione civile senza la quale non sarebbe stata possibile questa organizzazione. Presto con l'allentarsi delle restrizioni speriamo di poter organizzare un momento di festa per ringraziare tutti coloro che hanno dato il proprio contributo”.