Menu
Cerca
Dalla Regione

Covid-19, Borghetti: "Preservare anziani e personale Rsa è compito di Regione"

I numeri dei contagi riportano una situazione drammatica nelle Rsa: ecco la presa di posizione di Carlo Borghetti (Pd).

Covid-19, Borghetti: "Preservare anziani e personale Rsa è compito di Regione"
Politica Rhodense, 30 Maggio 2020 ore 12:08

Gli ospiti delle Rsa sono le vittime perfette del coronavirus: età media superiore agli 80 anni, diffusa comorbilità, stretta convivenza.  I numeri dell’emergenza, per quanto riguarda le case di riposo, riportano un quadro drammatico in molte zone del territorio.

Le parole di Borghetti (Pd)

"E Regione Lombardia l’8 marzo, nel pieno crescendo dell’epidemia, che fa? Delibera di individuare anche le Rsa tra le strutture cui mandare anziani Covid positivi dimessi dagli ospedali. Ci eravamo opposti a questa idea", sbotta Carlo Borghetti, consigliere regionale del Pd e vicepresidente dell’assemblea. "Poco importa se erano chiesti criteri di sicurezza e se poche residenze hanno aderito: è il chiaro segno di una sottovalutazione regionale rispetto al rischio Rsa. Ed è continuata per un mese, vista la mancanza di forniture di mascherine, dispositivi di protezione e tamponi alle residenze per anziani e ai servizi sociosanitari", aggiunge.

"Le Rsa sono accreditate da Regione"

Peggio ancora la motivazione di questo mancato aiuto, rivela Borghetti: "L’abbiamo sentita nelle conferenze stampa della Giunta: 'Le Rsa sono quasi tutte private e non sono regionali', ci hanno detto. Incredibile: queste strutture sono accreditate dalla Regione, per quasi metà pagate per l’assistenza dalla Regione. Dunque, preservare dal virus quegli anziani e quel personale non può non essere un compito di Regione Lombardia: è anche un problema di salute pubblica".

Poi il discorso sui tamponi...

E adesso che c’è il via libera per i tamponi, arriva la beffa, incalza il vicepresidente: "Le Rsa devono attendere anche settimane per poter avere tamponi tra i pochi disponibili. Invece va riconosciuta loro la priorità, per il controllo di personale e ospiti. Chiedo alla Regione di aiutare questo mondo concretamente, anche fornendo l’assistenza di medici specialisti nell’affrontare il Covid".
Perché, secondo Borghetti, "Regione Lombardia deve mettere le ‘sue’ Rsa nelle condizioni di poter evitare quanto successo dall’inizio di questa pandemia negli ospedali, quando si sono mischiati pazienti positivi e negativi. Si tratta di salvare vite umane e di arginare il contagio sul territorio, là dove la sanità lombarda non riesce ancora a essere efficacemente in pista, indebolita da anni di politiche regionali ospedalocentriche che ora la Lombardia sta pagando a caro prezzo" conclude Borghetti.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE