Menu
Cerca

Contributi alle società sportive: ci saranno con le giuste modalità

L'assessore allo Sport di Vivere Rescaldina, Gianluca Crugnola, smentisce le affermazioni del Centrodestra unito e chiarisce la linea d'azione dell'Amministrazione

Contributi alle società sportive: ci saranno con le giuste modalità
Politica Legnano e Altomilanese, 11 Novembre 2019 ore 21:26

"Contributi alle società sportive: ci saranno con le giuste modalità" lo afferma l'assessore allo Sport di Vivere Rescaldina, Gianluca Crugnola, che respinge le accuse del Centrodestra unito di non aver approvato in Consiglio una mozione della coalizione in materia di finanziamento sportivo e rassicura il mondo associazionistico dell’infondatezza della mancanza di contributi, pari a 11.577,60 euro.

Contributi alle società sportive: ci saranno con le giuste modalità

L'assessore allo Sport Gianluca Crugnola lo afferma nero su bianco: "Con riferimento alle note apparse sui social media nella giornata odierna pubblicate dalla consigliera Federica Simone a nome del gruppo Centrodestra unito, secondo cui il Consiglio comunale e la maggioranza di Vivere Rescaldina avrebbero respinto una mozione del loro gruppo in materia di finanziamento sportivo, mi sento in dovere di smentire in maniera categorica che ciò corrisponda al vero. Il gruppo Centrodestra unito aveva infatti sì presentato una mozione nel Consiglio di settembre per chiedere di investire 10.000 euro a vantaggio delle società sportive rescaldinesi, ma la forma e i contenuti della stessa presentavano richieste non in linea con le normative vigenti e abbiamo quindi chiesto al gruppo di ritirare il testo, per poter concordare almeno le parti sostanziali".

"L'incontro con i consiglieri Simone e Matteo Longo - continua Crugnola - è poi avvenuto alla mia presenza e a quella del sindaco Gilles Ielo. Effettivamente si era arrivati a un accordo, ma il testo successivamente inviato dalla consigliera Simone al Consiglio presentava alcune difformità rispetto all'accordo raggiunto e, quindi, la mozione è stata nuovamente ritirata nel Consiglio di ottobre, ma questa volta su iniziativa proprio del Centrodestra unito".

Crugnola rassicura il mondo associazionistico sportivo dell’infondatezza della mancanza di contributi: "La cifra stanziata per le associazioni è già superiore ai 10.000 euro richiesti. Nell’anno corrente, infatti, già al netto di convenzioni e noleggio tensostruttura per l’area feste di via Melzi, abbiamo erogato contributi a favore delle associazioni sportive per euro 5.608,50, più un acquisto di attrezzature con procedure pubbliche per euro 4.969,10 già impegnate più altre 1.000 euro circa disponibili da utilizzare entro fine anno per un totale quindi di euro 11.577,60 circa, cifra che verrà garantita anche per il 2020 e che ci auspichiamo possa anche crescere, compatibilmente alle esigenze di bilancio".

Ecco spiegata la causa del dissidio tra le forze politiche: "Il punto di disaccordo con il Centrodestra è stato sulle modalità di erogazione, in quanto il Centrodestra vorrebbe un’erogazione esclusivamente attraverso bando, ma l’attribuzione diretta di contributi alle società sportive per l’acquisto di attrezzature si configura come un'elusione della normativa sugli affidamenti di forniture, servizi e lavori, poiché il Comune deve seguire procedure ben precise per tali affidamenti, che le Associazioni invece non sono ovviamente tenute a seguire. In sostanza, se le associazioni facessero acquisti e il Comune le rimborsasse, questa sarebbe una pratica illecita. Da qui la necessità di finanziare solamente le attività e gli eventi tramite bando, ma di gestire gli acquisti tramite un capitolo con cui il Comune possa acquistare delle strutture che poi rimangano di proprietà dell’Ente, stabilendo criteri oggettivi e allontanando la scelta dalla discrezionalità dell’assessore o della giunta di turno, affidandosi invece a una procedura tecnica, con tanto di controlli interni dell’ente".

L'assessore conclude: "Alla nostra richiesta di modificare la mozione, dividendo i 10.000 euro richiesti tra un bando per concessione contributi diretti per gli eventi e un capitolo per gli acquisti gestiti dal Comune, il Centrodestra ha optato per il ritiro. Risulta quindi totalmente falso che l’Amministrazione abbia respinto la richiesta di contributi". 

TORNA ALL’HOMEPAGE DI SETTEGIORNI.IT PER LE ALTRE NOTIZIE