Consiglio Comunale dei Ragazzi di Ceriano, ecco chi sono gli eletti

ll consiglio neo costituito si è successivamente riunito per eleggere il proprio Sindaco.

Consiglio Comunale dei Ragazzi di Ceriano, ecco chi sono gli eletti
Politica Saronno, 21 Novembre 2018 ore 15:51

Il 20 novembre è stato eletto il nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Ceriano Leghetto. Ecco tutti i nomi dei componenti.

Consiglio Comunale dei Ragazzi, votazioni alla "Aldo Moro"

In concomitanza con la "Giornata internazionale dedicata ai diritti dell’Infanzia e dell'Adolescenza" del 20 novembre, a Ceriano Laghetto si sono svolte le elezioni per il nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze - CCRR. La votazione si è svolta nella scuola secondaria di primo grado “Aldo Moro”. Al termine sono stati eletti Consiglieri:

  • Aurora Micheli - I E
  • Federico Sala (II E), Luca Volpato - III E
  • Michele Meroni (I F), Gabriele Fusina - II F
  • Alessandro Grande - III F
  • Anna Calloni - I G
  • Michael Carraro - II G
  • Marco Lategana - III G
  • Riccardo Osio - I H
  • Misky Canchanya Gonzales  - III H

Eletto anche il Sindaco dei Ragazzi

Successivamente, come previsto dal regolamento, il consiglio neo costituito si è riunito ed ha eletto il proprio Sindaco, Gabriele Fusina. A seguire le operazioni di voto, insieme al personale dell’Ufficio scuola del Comune, c'era la professoressa referente del progetto Simona Santino e l’Assessore alla Cultura Romana Campi. Il Sindaco Dante Cattaneo ha poi incontrato a scuola i componenti del nuovo consiglio comunale dei ragazzi e il suo nuovo “collega” sindaco.

Consiglio Comunale dei Ragazzi

"Loro sono il nostro futuro"

Il Sindaco Dante Cattaneo ha spiegato:

“Questa iniziativa, che ripetiamo da diversi anni, ha un significato molto importante, che quest’anno abbiamo voluto sottolineare ancora di più facendo coincidere il giorno delle elezioni con quello dedicato ai diritti dell’infanzia e dell'adolescenza. Siamo assolutamente convinti dell’importanza di avvicinare i ragazzi alla conoscenza delle istituzioni e delle regole della convivenza civile, perché loro sono il nostro futuro e vogliamo che crescano nel rispetto di queste regole e siano sempre da stimolo verso gli amministratori pubblici, con i loro suggerimenti e le loro proposte, affinché si lavori sempre per realizzare una comunità a misura di ragazzi e quindi più bella per tutti”.

LEGGI ANCHE: Hanno rapito Silvia Romano