Con i varchi Corbetta più sicura, lo dicono i dati del Prefetto

Il sindaco annuncia i dati sulla sicurezza.

Con i varchi Corbetta più sicura, lo dicono  i dati del Prefetto
Politica Magenta e Abbiategrasso, 02 Maggio 2019 ore 18:12

«Con i tanto criticati varchi e altre iniziative, ora Corbetta è una città più sicura». Lo dice il sindaco Marco Ballarini, dati alla mano. «Brucia» ancora la bomba dello stop ai varchi senza pattuglia, soprattutto perché il primo cittadino è convinto che le telecamere siano, soprattutto, uno strumento di prevenzione che permette di fermare tutti quei veicoli che circolano irregolarmente e che, potenzialmente, potrebbero causare incidenti. per questa convinzione è in corso la gara d’appalto per acquistare altri 9 varchi elettronici, 18 telecamere che, di fatto, metteranno tutti gli accessi cittadini sotto l’occhio del Grande fratello.

Furti in calo

E visto che l’interlocuzione con il Prefetto è continua, il sindaco ha chiesto i dati sulla sicurezza locale che dicono chiaramente come oggi, Corbetta, sia una città più sicura. «Registriamo un calo nei furti dell’11% - evidenzia -. Il 12% in meno di furti in abitazione, addirittura il 22% di auto in meno rubate. Numeri importanti che dicono come, oggi, i reati siano decisamente in calo e questo è merito delle iniziative attuate fino alle 22».

il sindaco scansa le polemiche

Il sindaco scansa le polemiche sul fuggi-fuggi dei vigili e sulle multe e fa capire che i numeri stanno dalla sua parte: «Agenti in servizio fino alle 22, collaborazione coi Carabinieri, sicurezza privata, varchi: come già detto in passato, senza litigare con i Comuni vicini, se fossi un ladro non verrei certo a rubare a Corbetta», ribadisce il numero uno della città. Le telecamere tanto criticate, ribadisce Ballarini, sono un ausilio imprescindibile e permettono grandi passi avanti per il controllo del territorio».

Il nodo delle truffe

Resta il nodo delle truffe agli anziani, diffuse e spesso sommerse, perché le vittime non denunciano: «Riceviamo molte segnalazioni, per questo insieme alla stazione dei Carabinieri, coordinata dal luogotenente Congiu che ringrazio per il grande impegno profuso e per i risultati ottenuti, organizzeremo nuovi incontri anti-truffa rivolti agli anziani. Vorremmo sensibilizzare sul tema anche i figli, affinché istruiscano i genitori sui giusti comportamenti da tenere per evitare di cadere nella rete di questi malviventi».