Tutti i nomi

Commissioni consiliari, presidenti… con polemica

Si completa il quadro degli organi istituzionali della nuova Amministrazione di Legnano, dopo le prese di posizione al vetriolo dei giorni scorsi.

Commissioni consiliari, presidenti… con polemica
Legnano e Altomilanese, 22 Novembre 2020 ore 12:00

Commissioni consiliari, nominati presidenti e vice. Non senza polemiche.

Commissioni consiliari, eletti presidenti e vice

Si completa il quadro degli organi istituzionali della nuova Amministrazione. Durante il Consiglio comunale di sabato 14 novembre 2020 sono state istituite le nove commissioni consiliari: sette «tradizionali», più due nuove dedicate alla salute e allo sport. E nella serata di giovedì 19 sono stati eletti presidenti e vice.

La commissione Affari generali, quotidianità e sviluppo economico del territorio (nella quale siedono Giacomo Pigni e Umberto Silvestri per il Pd, Anna Pontani per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Marta Monti per riLegnano, Stefano Carvelli per la Lega, Francesco Toia per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista che porta il suo nome) sarà presieduta da Anna Pontani, suo vice sarà Giacomo Pigni.

La commissione Qualità della vita (composta da Aurora De Lea e Umberto Silvestri per il Pd, Paolo Scheriani per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Marta Monti per riLegnano, Carolina Toia per la Lega, Mara Ciapparelli per la civica Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista civica omonima) sarà presieduta da Aurora De Lea, suo vice sarà Paolo Scheriani.

Al vertice della commissione Città futura (formata da Umberto Taormina e Sara Borgio per il Pd, Simone Bosetti per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Marta Monti per riLegnano, Stefano Carvelli per la Lega, Francesco Toia per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista Franco Colombo sindaco) è stato eletto Umberto Taormina, suo vice Simone Bosetti.

Per la commissione Città bella e funzionale (in cui siedono Giacomo Pigni e Umberto Taormina per il Pd, Mario Brambilla per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Paolo Garavaglia per riLegnano, Carolina Toia per la Lega, Francesco Toia per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista che porta il suo nome) la scelta è caduta su Giacomo Pigni e Mario Brambilla.

Al vertice della commissione Sostenibilità (formata da Sara Borgio e Aurora De Lea per il Pd, Simone Bosetti per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Paolo Garavaglia per riLegnano, Stefano Carvelli per la Lega, Francesco Toia per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista Franco Colombo sindaco) sono stati eletti Simone Bosetti e Sara Borgio.

La commissione Benessere e sicurezza sociale (composta da Pinuccia Boggiani e Monica Berna Nasca per il Pd, Anna Pontani per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Paolo Garavaglia per riLegnano, Daniela Laffusa per la Lega, Francesco Toia per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista omonima) sarà presieduta da Giuseppina Boggiani, coadiuvata nel ruolo di vice da Anna Pontani.

Per la commissione Comunità inclusiva (nella quale siedono Aurora De Lea e Monica Berna Nasca per il Pd, Mario Brambilla per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Marta Monti per riLegnano, Daniela Laffusa per la Lega, Mara Ciapparelli per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista Franco Colombo sindaco) sono stati designati Marta Monti e Aurora De Lea.

Infine, le due commissioni nuove. In entrambi i casi la presidenza è stata affidata a un consigliere di opposizione: Letterio Munafò (Forza Italia) per quella dedicata allo Sport e Franco Colombo (dell’omonima lista civica) per quella che si occuperà di salute.

Al vertice della commissione Sport (in cui siedono Umberto Taormina e Luca Benetti per il Pd, Paolo Scheriani per Insieme per Legnano-Legnano Popolare, Marta Monti per riLegnano, Carolina Toia per la Lega, Mara Ciapparelli per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo della lista omonima) sono stati eletti Letterio Munafò e Luca Benetti.

Per la commissione Salute( composta da Pinuccia Boggiani e Luca Benetti per il Pd, Mario Brambilla per Insieme per Legnano-Legnano popolare, Paolo Garavaglia per riLegnano, Daniela Laffusa per la Lega, Mara Ciapparelli per la lista Toia sindaco, Gianluigi Grillo per Fratelli d’Italia, Letterio Munafò per Forza Italia, Franco Brumana per il Movimento dei cittadini e Franco Colombo per la lista Franco Colombo sindaco) sono stati designati Franco Colombo e Paolo Garavaglia.

«Poltrone e poltroncine? No grazie!»: così Brumana, la Lega e la lista Toia hanno rifiutato le presidenze

In settimana, la proposta, avanzata dalla maggioranza in sede di riunione dei capigruppo, di assegnare alle opposizioni la presidenza delle due nuove commissioni dedicate alla salute e allo sport aveva suscitato polemica: il consigliere del Movimento dei cittadini Franco Brumana aveva tuonato: “Poltrone e poltroncine? No grazie!”, spiegando che la sua lista “non avrebbe preteso alcuna di queste cariche, che hanno un significato politico irrilevante” e sottolineando che sarebbe stato “corretto rispettare l’autonomia delle commissioni e lasciare che ognuna di loro scelga autonomamente il presidente e il vicepresidente in funzione di un progetto di lavoro e delle caratteristiche personali dei nominati”, invece “ha prevalso una logica diversa e quindi andrà bene chiunque purché si rispetti la spartizione partitica”. La Lega aveva parlato di un'”operazione di facciata” dalla quale aveva annunciato di volersi sfilare, dicendo: “Il “baratto” delle poltrone ci sembra, quantomeno, una beffa”. Più pacati i toni della lista civica Toia, il cui capogruppo Francesco Toia aveva dichiarato: “Preferiamo collaborare fattivamente sulla base delle proposte, dei contenuti, senza ragionare in termini di poltrone”, per poi aggiungere un ringraziamento a sindaco, Giunta e presidente del Consiglio comunale per l’offerta “avanzata a tutte le forze di minoranza, compresa la nostra”, e concludere: “Decliniamo l’offerta politica, per assicurare massima fedeltà al nostro valore civico”.

La soddisfazione del presidente del Consiglio Amadei: “Siamo partiti”

“Dopo poco più di tre settimane dal primo Consiglio comunale siamo riusciti, grazie alla collaborazione dei funzionari e dei consiglieri comunali, a insediare e attivare tutti gli organismi istituzionali della macchina comunale – è il commento del presidente del Parlamentino cittadino Federico Amadei – Incluse le commissioni consiliari permanenti, che si sono riunite giovedì. Abbiamo tenuto il primo Consiglio comunale, purtroppo on line, stante l’emergenza Covid 19. Il Consiglio, però, ha ottenuto ottimi risultati in termini di visualizzazioni e seguito. L’attenzione dei cittadini, il loro ‘esserci’, ci dice che il lavoro nella direzione della democrazia partecipativa è avviato. Siamo partiti!”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia