Cesate, dopo il dramma di un anno fa botti vietati sino all’Epifania

Cesate, ordinanza anti-botti del sindaco sino al 6 gennaio. Un anno fa un ragazzo ha perso la mano nel parcheggio di via Italia

Cesate, dopo il dramma di un anno fa botti vietati sino all’Epifania
Rhodense, 26 Dicembre 2019 ore 11:47

Cesate, ordinanza anti-botti del sindaco sino al 6 gennaio. Un anno fa un ragazzo ha perso la mano nel parcheggio di via Italia.

Cesate, dopo il dramma di un anno fa botti vietati sino all’Epifania

Tutti ricordano ancora il grave incidente accaduto lo scorso anno a causa di un botto fatto scoppiare la notte di San Silvestro. Ora un’ordinanza del sindaco Roberto Vumbaca vietal’utilizzo di petardi e fuochi artificiali sul territorio comunale dalla mezzanotte del 24 dicembre fino alla mezzanotte del 6 gennaio 2020. Questo al fine di tutelare il diritto di tutti alla salute e alla tranquillità, prevenendo comportamenti che possono arrecare danni o determinare disagio a persone e agli animali.

Lo slogan per il Capodanno 2020 lanciato dal primo cittadino è «Niente botti! Scegli un altro modo per festeggiare». L’inosservanza di tale obbligo comporta una sanzione che può arrivare fino a 500 euro. L’invito è ad evitare di far esplodere petardi e fuochi d’artificio in luoghi coperti e scoperti, pubblici o privati, ed in particolare in tutte le strade, piazze che prevedano il transito o il passaggio di persone.

Il grave incidente di un anno fa

È ancora vivo nella memoria l’incidente occorso ad un ragazzo 23enne che nella notte di Capodanno di un anno fa aveva preparato una miscela esplosiva nel parcheggio presso via Italia. Aveva tuttavia calcolato male i tempi e l’esplosione che ne seguì comportò per lui gravi danni, compresa l’amputazione di una mano. TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia