Castano Primo, Lega Nord in piazza per fermare la moschea

Castano Primo, Lega Nord in piazza per fermare la moschea
09 Ottobre 2016 ore 15:06

CASTANO – . <Sui lavori per l’ampliamento dei locali dell’associazione Madni non c’è il rispetto delle norme decise dalla legge regionale del 3 febbraio 2015>. Queste le parole di Daniele Rivolta, segretario della sezione della Lega Nord di Castano, durante il banchetto per la raccolta firme contro la moschea organizzato nella mattinata di domenica 9 ottobre nella piazza di fronte all’auditorium Paccagnini. Si è parlato di regolarità e sicurezza. Tanto che, oltre al referendum sulla moschea, si è aggiunta una nuova raccolta firme, proposta dai residenti, per segnalare all’ASL presunte irregolarità, come l’errato smaltimento dell’eternit. In poche ore sono state raccolte circa 60 firme per questa campagna. Vedremo come si evolverà la vicenda nei prossimi giorni.


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia