Menu
Cerca

Canta "Bella Ciao" alla finestra; il leghista Candiani: "Buttati"

Un cittadino di Perugia ha protestato contro la vittoria del Centrodestra in Umbria e il senatore di Tradate lo ha invitato a buttarsi. "Stavo scherzando", ha poi commentato.

Canta "Bella Ciao" alla finestra; il leghista Candiani: "Buttati"
Politica Saronno, 28 Ottobre 2019 ore 20:12

Canta "Bella Ciao" alla finestra per protestare contro la vittoria del Centrodestra in Umbria: il senatore leghista Stefano Candiani, ex sindaco di Tradate, lo sente e, una volta avvicinatosi, gli urla: "Buttati, buttati! Roba da matti".

Canta "Bella Ciao" alla finestra; il leghista Candiani: "Buttati"

Durante la notte di festeggiamenti di Lega e Centrodestra a Perugia per la vittoria schiacciante della candidata Donatella Tesei, un episodio molto particolare ha reso protagonista l'onorevole tradatese Stefano Candidani. Quest'ultimo, in Umbria in qualità di ex commissario leghista regionale, ha infatti sentito una persona cantare "Bella Ciao" dalla finestra in via Bonazzi, a pochi metri dell'"Hotel Fortuna", quartier generale della Lega nei giorni di campagna elettorale. A quel punto si è avvicinato e, con il sorriso stampato sul volto, gli ha urlato: "Buttati, buttati! Roba da Matti". La scena è stata ripresa da "Repubblica", che ha poi pubblicato un articolo, con tanto di video dimostrativo.

Il commento di Candiani

"Era solo un commento goliardico in una notte di festeggiamenti per la nostra vittoria schiacciante in Umbria. Si vede benissimo dal video che stavo ridendo e che non ero serio quando lo invitato a buttarsi", ha commentato il senatore del Carroccio.