Politica
Scelta

Buono spesa del Comune per le famiglie in difficoltà

«L’Amministrazione di Pogliano sostiene il potere d’acquisto delle famiglie in questo momento di difficoltà. Fai domanda per ottenere il tuo buono spesa».

Buono spesa del Comune per le famiglie in difficoltà
Politica Rhodense, 23 Ottobre 2022 ore 15:00

I buoni stabiliti dal Comune di Pogliano saranno disponibili fino all’esaurimento della cifra stanziata

L'Amministrazione comunale vicino a chi sta vivendo un momento difficile

«L’Amministrazione comunale sostiene il potere d’acquisto delle famiglie in questo momento di difficoltà. Fai domanda per ottenere il tuo buono spesa». Con questo messaggio a firma del sindaco Carmine Lavanga e dell’assessore ai Servizi sociali Sara Antonini, il Comune sta vicino a chi ha bisogno in questo momento difficile.

"Una parte dei buoni sono fondi avanzati dal Covid"

"Una parte di questi buoni sono avanzi dei fondi Covid, che abbiamo usato con lungimiranza in prospettiva di usarli appunto per altri aiuti, a cui abbiamo aggiunto altri fondi per potenziare, da qui in avanti, quello che è il sostegno alle famiglie in difficoltà - ha rimarcato il consigliere Luca Colombo- Abbiamo allargato la forbice delle persone che potessero aver bisogno perché, come abbiamo visto nella prima parte maggiormente erano stranieri e persone già conosciute nell’ambito Caritas. Questo ci ha fatto comprendere che molte persone si nascondono, per la vergogna, e non vogliono arrivare in Comune".

I moduli per la richiesta dei buoni sono scaricabili dal sito internet del Comune

I moduli per la richiesta sono scaricabili dal sito www.poglianomilanese.org oppure disponibili presso il Comune. La domanda dovrà essere presentata entro il 31 ottobre e sarà esaminata dagli uffici competenti. «Bisogna essere in possesso di Isee, che è suddiviso a scaglioni fino a 35mila euro - ha concluso Colombo - Chiaramente i buoni saranno disponibili fino all’esaurimento della cifra stanziata. Ricordando che il Comune ha già distribuito due tranche di buoni nella prima parte dell’emergenza. Il Comune ha aperto il portafoglio per chi ha veramente bisogno e difficoltà a reperire da mangiare».

Seguici sui nostri canali