Politica

Becera polemica politica, il sindaco censura le parole di Berti

"Affermazioni scomposte e volgari, profondo dispiacere per aver sentito i nomi di Vitali e Mezzanzanica in un simile contesto".

Becera polemica politica, il sindaco censura le parole di Berti
Politica Legnano e Altomilanese, 20 Febbraio 2019 ore 16:07

Becera polemica politica, così il primo cittadino di Legnano bolla le dichiarazioni di Daniele Berti nell'ultimo consiglio comunale (nella foto, il minuto di silenzio per commemorare le dipendenti comunali Anna Ogliari e Cristina Dall'Orto, l'ex sindaco Lorenzo Vitali e il presidente dell'Us Legnanese auro Mezzanzanica).

Becera polemica politica, la censura di Fratus

"Sono costretto a censurare quanto sentito ieri, 19 febbraio 2019, nel corso del consiglio comunale". A parlare così, all'indomani della seduta consiliare, è il sindaco Gianbattista Fratus. Il riferimento è all'intervento del consigliere Movimento X Legnano Daniele Berti, che aveva citato l'ex sindaco Lorenzo Vitali ("vergogna, tutti in prima fila al funerale di Vitali che prima insultavate") e il presidente dell'Unione sportiva Legnanese Mauro Mezzanzanica ("l'ultima volto che l'ho visto, a novembre, mi ha messo in guardia sulle porcate che si stanno facendo sulla questione delle fondazioni").

"Affermazioni scomposte e volgari"

"Due persone stimate, recentemente scomparse e che hanno dato contributi importanti alla città di Legnano - prosegue il primo cittadino -, sono state utilizzate come strumento di una becera polemica politica. Nella sala consiliare sono risuonate affermazioni inopportune, infondate, scomposte e volgari. Non posso che esprimere un profondo dispiacere per avere sentito i nomi degli amici Lorenzo Vitali e Mauro Mezzanzanica in un simile contesto. Lascio ai cittadini di Legnano il giudizio sull’autore delle dichiarazioni".

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter