Politica

Banchetto di BranCo il Giorno della Memoria: "Sfregio intollerabile" per il Pd metropolitano

Banchetto di BranCo il Giorno della Memoria: "Sfregio intollerabile" per il Pd metropolitano
Politica Magenta e Abbiategrasso, 28 Gennaio 2019 ore 11:49

Ha scatenato un'ondata incontenibile di polemiche il banchetto di BranCo, realtà facente parte dell'associazione di estrema destra Lealtà e Azione allestito il giorno della Memoria in piazza Marconi ad Abbiategrasso.

Il Pd interviene sul banchetto di BranCo ad Abbiategrasso

"Un'offesa, anzi uno sfregio intollerabile - afferma la segretaria metropolitana del Pd, Silvia Roggiani -.  E' inammissibile che il sindaco di Abbiategrasso, Cesare Nai, abbia concesso l'occupazione di una piazza pubblica, nel giorno della Memoria (ieri 27 gennaio), ad un'associazione chiamata il Bran.co - Una Voce del Silenzio, branca solidaristica del gruppo di estrema destra Lealtà e Azione. Stiamo parlando di persone che si ispirano agli ex gerarchi delle SS naziste, anche noti per organizzare azioni paramilitari e spedizioni punitive negli stadi; come dimostra il recente coinvolgimento e arresto di Francesco Baj, animatore della sezione locale di Lealtà e Azione, negli scontri a San Siro del 26 dicembre. In un momento storico in cui tornano a galla espressioni e parole che sembrano fare eco ad un passato di atrocità e orrore, diventa ancora più indispensabile, per chi ha la responsabilità di amministrare una comunità, opporsi e rifiutare in maniera netta forze o gruppi - conclude Roggiani - che sono in aperta contraddizione con la nostra Costituzione, antifascista e democratica".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter