Astuti, consigliere regionale del Pd, sulla manovra regionale

"I cittadini non sono sciocchi".

Astuti, consigliere regionale del Pd, sulla manovra regionale
Politica Saronno, 23 Dicembre 2019 ore 18:20

È critico Samuele Astuti, consigliere regionale del Pd, sulla manovra regionale approvata la settimana prima di Natale.

Astuti, consigliere regionale del Pd, sulla manovra regionale

“Il bilancio 2020-2022 ha come idea forte la cancellazione del superticket su visite ed esami: erano anni che chiedevamo almeno di esentare le fasce di reddito medie e basse. Ora, lo tolgono da marzo solo perché il Governo nazionale ne ha annunciato l’eliminazione da settembre – commenta Astuti –. Così, potranno dire di averlo fatto prima loro, ma i cittadini non sono sciocchi”.

"L'impressione è di una Regione senza idee"

Sicuramente, per il consigliere Pd “tutto ciò dà l’impressione di una Regione senza idee, che va avanti per vecchi schemi e con un pizzico di furbizia. Ciò che il centrodestra non dice è che da Roma arriveranno quasi 900 milioni in più per gli investimenti e quasi 400 per la sanità. E allora perché dire di no alle nostre richieste di adeguare le dotazioni e le strutture degli ospedali varesini? E soprattutto, perché non mettere le risorse per sostenere interamente la progettazione del nuovo ospedale di Busto e Gallarate? Lega e alleati hanno votato contro la mia proposta, segno che su questo progetto ci sono molti annunci e pochi fatti.”

Non sono Busto e Gallarate

E non si tratta solo di Busto e Gallarate: Astuti aveva presentato richieste di interventi su tutti gli ospedali varesini, a partire dai 50 milioni, da ripartire in tre annualità, necessari per la manutenzione straordinaria dell’ospedale di Saronno, i 15 milioni per il completamento del terzo lotto del Del Ponte, ma anche stanziamenti puntuali per la dotazione di apparecchi diagnostici mancanti o da sostituire dall’ospedale di Circolo fino ad Angera e Cittiglio.

Le proposte accettate dalla maggioranza

Se il bilancio del Pd è negativo, non mancano alcune sue specifiche proposte accettate dalla maggioranza. È questo il caso dell’approvazione di un emendamento del valore di 8 milioni che sterilizza l’Iva sul contributo alle agenzie del trasporto pubblico locale: un rischio evitato grazie a un emendamento del Pd.

Positiva anche l’approvazione di un ordine del giorno a firma dem che impegna la giunta a rendere gratuito il Nipt, un esame non invasivo prenatale che evita alle donne in attesa di ricorrere all’amniocentesi o alla villocentesi, così come il via libera, su proposta di Astuti, alla richiesta di rafforzare le dotazioni dei Servizi di prevenzione e sicurezza degli ambienti di Lavoro.