La nomina

Anpi Parabiago: ecco chi è il nuovo presidente

La sezione Anpi di Parabiago ha un nuovo presidente: sarà Sergio Dallù a prendere le redini dell'associazione dopo Giorgio Nebuloni.

Politica Legnano e Altomilanese, 19 Febbraio 2021 ore 10:44

La sezione Anpi di Parabiago ha un nuovo presidente: in sostituzione di Giorgio Nebuloni, oggi consigliere comunale tra le fila Pd, è stato nominato Sergio Dallù, che aveva ricoperto questo ruolo dal 2003 al 2016.

Cambio della guardia nella sezione Anpi Parabiago

Nella serata di mercoledì 17 febbraio 2021, il Comitato Direttivo della Sezione Anpi M.Venegoni di Parabiago ha nominato un nuovo presidente, in sostituzione di Giorgio Nebuloni, incompatibile con la carica in quanto consigliere comunale. A prendere le redini della sezione è Sergio Dallù.

Le parole del nuovo presidente

Sergio Dallù ha dichiarato nelle ore successive alla nomina:

“Ringrazio Giorgio Nebuloni per il prezioso contributo che ha dato alla sezione e la futura collaborazione. Il nuovo corso proseguirà sul quello già tracciato dalla precedente presidenza: un maggiore radicamento della sezione nella città, sia in termini di iscritti sia in termini di iniziativa politica e una continua e crescente collaborazione con le scuole del territorio con iniziative sulla Costituzione e la Resistenza”.

I ringraziamenti di Nebuloni

A prendere parola anche l’ex presidente Nebuloni:

“Esiste incompatibilità tra tutte le cariche pubbliche e il ruolo di presidente dell’associazione, pertanto, essendo eletto consigliere comunale, la sostituzione alla guida dell’associazione è un atto dovuto. La scelta è ricaduta su Sergio Dallù già presidente di Anpi Parabiago prima del sottoscritto, dal 2003 al 2016, al quale vanno i miei migliori auguri e tutta la collaborazione che riterrà necessaria. I 5 anni trascorsi alla guida della sezione sono stati per me importanti e gratificanti. L’associazione è cresciuta e l’attività svolta, con particolare riguardo alle scuole cittadine, ci ha consentito di “reclutare” molti nuovi iscritti e, soprattutto, di condividere progetti sulla “Costituzione”, sulla “Resistenza” nella nostra area geografica e sulla tutela della “Memoria”. Questo non significa passare nelle “retrovie”, continuerò a dare tutto quello che ho fin qui dato nella posizione di semplice iscritto e attivista. Desidero infine ringraziare iscritti e non per l’impegno e la collaborazione nell’organizzazione degli eventi, per la presenza e il contributo che hanno per me rappresentato un continuo stimolo a fare sempre meglio e di più”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli