Amiamo Robecco ricorda don Gerolamo e bacchetta la Giunta

Ricorrono venticinque anni dalla morte di don Gerolamo.

Amiamo Robecco ricorda don Gerolamo e bacchetta la Giunta
Politica 16 Novembre 2017 ore 11:04

Amiamo Robecco ricorda l'eroismo del giovane prete e attacca.

Amiamo Robecco fa una ramanzina all'Amministrazione

Amiamo RobeccoNei giorni scorsi il gruppo Amiamo Robecco si è recato al cimitero di Brenno Useria, frazione di Arcisate, in visita alla tomba di Don Gerolamo Magni, portando un mazzo di fiori.

Proprio quest’anno infatti ricorrono venticinque anni dalla morte di don Gerolamo, che a Robecco ha lasciato un segno indelebile. Impossibile dimenticare infatti la figura di questo giovane prete che, fresco di ordinazione, diede un grande esempio di libertà, dedizione al prossimo e cristianità.

Al cimitero l'iscrizione sulla tomba

“A DON GEROLAMO MAGNI – LUMINOSO ESEMPIO DI SACERDOTE CHE NELLE TRAGICHE GIORNATE DEL XX E XXI LUGLIO 1944, SCELSE DI RISCHIARE LA PROPRIA VITA PER DIFENDERE LA VITA DELL’UOMO, OBBEDENDO ALLA LEGGE DI DIO - I CITTADINI DI ROBECCO SUL NAVIGLIO RICONOSCENTI – XXI LUGLIO 2004 – LX DI MEMORIA – ASSOCIAZIONE COMBATTENTI E REDUCI E AMMINISTRAZIONE COMUNALE”.

La critica alla Giunta

"Avremmo gradito vedere una qualche iniziativa simile da parte della nostra Amministrazione comunale, invece ci duole prendere atto come la giunta Barni se ne sia chiamata fuori, chissà se per dimenticanza (un po’ come quando si dimenticarono i fiori in ricordo ai caduti del 26 aprile) o se invece per propria scelta. In ogni caso ci auguriamo un ravvedimento in tal senso, considerato anche come i robecchesi e i Combattenti abbiamo già dimostrato la propria sensibilità. Basta dopo 70 anni iniziatine “anti, contro” dal carattere discutibile per richiamare fatti lontani".