Politica
Magenta

Abbattimento barriere architettoniche nella stazione di Magenta, al via i lavori nel 2022

Il sindaco Calati: “Un risultato importantissimo, un atto di civiltà”

Abbattimento barriere architettoniche nella stazione di Magenta, al via i lavori nel 2022
Politica Magenta e Abbiategrasso, 22 Ottobre 2021 ore 15:08

Abbattimento barriere architettoniche nella stazione di Magenta, al via i lavori nel 2022

Abbattimento barriere architettoniche nella stazione di Magenta, al via i lavori nel 2022

È stata accolta da Rfi la richiesta di abbattimento delle barriere architettoniche nelle stazioni di Magenta e Corbetta-Santo Stefano firmata dal sindaco, Chiara Calati, assieme al primo cittadino di Santo Stefano Ticino, Dario Tunesi, e di Corbetta, Marco Ballarini, alla presidente dell’associazione Anchio Onlus, Simona Grassi, e al consigliere di Anmic, Mario Zucchetti. Il gestore della rete ferroviaria ha riposto positivamente alla lettera presentata lo scorso settembre, facendo sapere che i lavori alla stazione di Magenta partiranno nel 2022 e a seguire saranno avviati anche quelli della stazione di Corbetta-Santo Stefano.

Le parole di soddisfazione del sindaco Calati

“Porre attenzione all’inclusione delle persone con disabilità e alla loro indipendenza è un dovere e allo stesso tempo un segno di rispetto e civiltà per ogni comunità. Abbiamo sostenuto questa iniziativa con entusiasmo e insieme, attraverso il dialogo, siamo arrivati all'obiettivo. La nostra linea ferroviaria, S6 e Milano-Torino, è un collegamento molto importante per tutto il territorio e questo è un risultato fondamentale per la città, ma anche per tutto il magentino”.

Magenta, al via i lavori nel 2022

Rfi ha fatto sapere che per quanto concerne la fermata di Magenta nel 2022 sarà oggetto di lavori che prevedono la realizzazione di 2 nuovi ascensori e l'innalzamento dei marciapiedi di binario da 25 cm a 55 cm sul piano del ferro, per permettere l’accesso a raso ai treni e consentire alle persone con disabilità motoria su sedia a ruote di salire a bordo treno con il più elevato grado di autonomia, tenuto anche conto dell’attrezzaggio dei materiali rotabili delle imprese ferroviarie. Con riferimento alla fermata di Corbetta-Santo Stefano Ticino, Rfi ha fatto sapere che verrà adeguata dopo le stazioni di Magenta e Vittuone, che hanno priorità sulla base della frequentazione delle tre stazioni che si trovano sulla stessa linea.

 

 

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter