Cipullo: "Così siamo spodestati"

5G, Governo contro l’ordinanza del sindaco di Vermezzo con Zelo

Il Governo: “I sindaci non possono fermare le antenne 5G”. Il sindaco Cipullo: “Spodestati”. Nel frattempo, querele contro gli haters sui social

5G, Governo contro l’ordinanza del sindaco di Vermezzo con Zelo
Magenta e Abbiategrasso, 02 Agosto 2020 ore 10:00

Il Governo: “I sindaci non possono fermare le antenne 5G”. Il sindaco Cipullo: “Spodestati”. Nel frattempo, querele contro gli haters sui social.

Vermezzo con Zelo, Governo contro l’ordinanza anti—5G del sindaco

Tecnologia 5G, divieti delle Amministrazioni comunali… fino ad arrivare in tribunale! Quello del 5G è un tema molto attuale, vista la disposizione contenuta nel Decreto Semplificazioni, per cui i Comuni non potranno più fermare l’installazione delle antenne sul proprio territorio. E tra gli enti locali che hanno adottato un provvedimento di divieto, c’è anche Vermezzo con Zelo. Non soddisfatto del Decreto, il sindaco Andrea Cipullo: «È una decisione per cui vengono spodestati i sindaci, che sono quelli che dovrebbero salvaguardare la salute dei cittadini». Cipullo sottolinea di non essere contrario al 5G, ma di aver adottato l’ordinanza in via precauzionale, in attesa di un riscontro chiaro sulla innocuità delle onde. «Siamo tutti favorevoli alla tecnologia, ma chi amministra deve vedere gli effetti che questa può comportare alla salute».

Il primo cittadino rivela anche che cosa ha spinto l’Amministrazione a vietare la sperimentazione. «A novembre è giunta una richiesta di un operatore di installare un’antenna 5G. Arpa, a cui compete il parere tecnico, ha dato parere negativo in quanto le emissioni non rientravano nei parametri di norma». A seguito del provvedimento del Governo, Cipullo si dice preoccupato della eventualità che il 5G possa poi provocare danni ai cittadini. Ma a Vermezzo con Zelo la questione non finisce qui. È stata infatti depositata, per conto dell’Amministrazione, una querela per diffamazione aggravata.

Sotto accusa, diversi post e commenti pubblicati sui social, che avrebbero diffamato il sindaco e tutta l’Amministrazione. «Sotto il post in cui era stata pubblicata l’ordinanza, la grande maggioranza dei cittadini aveva dato un riscontro favorevole. Alcuni avevano contestato la decisione, ma in modo tranquillo – afferma Cipullo – Poi ci sono state persone che hanno offeso e diffamato l’Amministrazione, dandoci dei pagliacci e dei complottisti. E hanno detto che i cittadini di Vermezzo con Zelo sono stupidi. Si può discutere la cosa, ma sempre in modo civile». TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia