Menu
Cerca

Nessuna crisi per il mercato immobiliare milanese di lusso

Nessuna crisi per il mercato immobiliare milanese di lusso
Idee & Consigli 09 Aprile 2021 ore 12:34

La penisola italiana ha una buona percentuale di immobili di lusso a disposizione. Il mercato immobiliare, quindi, non ha mai avuto particolari problemi, anzi mantiene una certa dinamicità, grazie al patrimonio culturale e alla ricchezza paesaggistica che offre. Le grandi città come Milano non hanno mai conosciuto la crisi.

Progressi nel mercato di lusso

Dall’esito di una ricerca che ha preso in considerazione gli ultimi vent’anni dell’evoluzione del mercato degli immobili, si stima che il prezzo degli immobili, in questo lasso di tempo, sia diminuito notevolmente e il quadro economico italiano non sia dei migliori.

Fortunatamente, però, la richiesta non è mai scesa o cessata, grazie anche alle nuove costruzioni e agli ipotetici acquirenti stranieri. Inoltre, secondo dati precisi, il mercato del lusso è prevalentemente affare straniero.

È conveniente agli stranieri approfittare degli affari in Italia per due motivi:

  • il cliente straniero possiede dei vantaggi fiscali per poter trasferire la sua residenza fiscale in Italia;
  • situazioni opportune per accedere a un mutuo, perché in Italia i tassi di interesse sono molto bassi e la negoziazione dell’euro è ai minimi storici.

Gli edifici più ambiti sono case vicino al mare o ai laghi; la zona d’interesse è la Lombardia, con particolare attenzione su Milano, la città più cool. A Milano i territori più richiesti non sono più le aree centrali, ma:

  • Nord: l’area Certosa-Firenze e Cascina Merlata, ottime per il collegamento metro;
  • Sud: nelle zone fra Bocconi e Fondazione Prada, due pilastri milanesi;
  • Est: si trova Argonne-Dateo, ottimo punto perché vicino all’aeroporto Linate;
  • Ovest: Solari/Napoli/Tortona, adatta agli appassionati di moda, arte e design, denominata il design district di Milano.

Non è da sottovalutare, inoltre, la zona della stazione centrale, che pian piano rivendica la sua importanza, anche grazie alla presenza del Central Business District, l’edificio che impone su Porta Nuova, proprio di fronte alla stazione.

I requisiti dell’immobile da acquistare

L’acquirente straniero, per il suo investimento, richiede dei requisiti fondamentali che soddisfino la parola d’ordine: benessere e comfort. Non si acquista per il semplice abitare, ma per vivere completamente ogni singolo metro cubo dell’immobile.

Le caratteristiche più ricercate sono:

  • grandi spazi all’aperto: primo attributo necessario che accomuna molti clienti. Si cercano case in campagna, dove la natura è il solo confine e l’outdoor va per la maggioranza. Tutto questo, però, senza rinunciare al lusso sfrenato e a spazi abitativi accomodanti, che possano essere fruibili anche come ufficio e zona relax;
  • luminosità: una casa prevalentemente tech, con terrazza ampia e spaziosa, garage e altri spazi esterni.

Covid-19 e immobili a Milano

La pandemia da Covid-19 ha generato una nuova visione della propria casa. Gli spazi aperti e quelli adibiti ad ufficio per lavorare in smart working, conducono il mercato italiano nel settore luxury. I clienti si focalizzano principalmente sull’acquisto di immobili che abbiano a disposizione ambienti a contatto con la natura, di aree esterne come giardini, per vivere in maniera più serena e salutare eventuali altri periodi di quarantena. Se ne parla anche in modo approfondito sul nuovo portale di news su Milano al link.

Per quanto riguarda gli spazi interni, si esigono comodità e tranquillità. Sicuramente non deve mancare una zona che sia favorevole a svolgere il proprio lavoro in modalità smart working, uno spazio che garantisca la concentrazione, per non perdere la produttività.