Stop alla violenza sulle donne: 500 alunni a lezione

Gli studenti dell’Itis Riva di Saronno incontrano i volontari dell’associazione Rete Rosa onlus.

Stop alla violenza sulle donne: 500 alunni a lezione
Economia Saronno, 18 Marzo 2018 ore 00:30

Nelle scorse settimane si sono svolte all’Itis Riva alcuni incontri tra gli studenti e alcuni volontari dell’Associazione Rete Rosa onlus di Saronno. Incontri di sensibilizzazione per far riflettere i giovani sul tema  della violenza sulle donne

Violenza sulle donne,  si sconfigge già dai banchi di scuola

Un’occasione di arricchimento e di confronto che ha coinvolto 500 studenti, ossia tutte le classi del biennio. L’idea era nata prima di Natale grazie all’interessamento del docente che da quest’anno si occupa delle attività inerenti il biennio. “L’idea ci è venuta in mente – spiega il docente Emiliano Puddu – soprattutto sentendo i continui casi di cronaca che riguardano le violenze sulle donne. Può sembrare un argomento lontano rispetto agli studenti delle classi del biennio, e invece ci è parso giusto lavorare sulla prevenzione fin da questa età. Tutti devono capire la mostruosità della violenza sulle donne partendo dal rispetto e dall’educazione”.

Proprio in una scuola prettamente maschile come l’istituto tecnico di via Carso risulta infatti opportuno demolire alcuni stereotipi sul mondo femminile, facendo riflettere gli studenti sull’importanza del rispetto verso le coetanee e le donne in generale.

 I volontari di Rete Rosa incontrano i 500 alunni del Riva

Il secondo step del progetto è stato quello di trovare un’associazione disposta ad intervenire a scuola per una serie di incontri: “Abbiamo subito pensato alla Rete Rosa onlus – afferma ancora il docente – perché è di Saronno e dunque lavora sul territorio. Durante gli incontri infatti i volontari hanno portato anche alcune statistiche sulle violenze che riguardano proprio il saronnese e i ragazzi sono rimasti fortemente impressionati”. I casi di cronaca d’altro canto sembrano sempre così lontani, e invece è importante sapere che il fenomeno della violenza è diffuso anche da noi, nella nostra città e nei nostri paesi. Da questo punto di partenza i volontari hanno poi iniziato a far riflettere gli studenti sul tema più specifico della violenza e del rispetto.