Economia

Offerta luce, quale scegliere per risparmiare

Offerta luce, quale scegliere per risparmiare
Economia 10 Novembre 2021 ore 18:52

Con l'aumento del prezzo dell'energia e le bollette destinate a salire, è corretto porsi la domanda se sia possibile risparmiare. Come fare? Cambiando gestore o scegliendo un'offerta luce più conveniente di quella attualmente in uso. Anche perché i dati Arera confermano la tendenza a ulteriori rialzi dei prezzi dell'energia nell'immediato futuro. L'aumento per la famiglia tipo è stimato a +29,8% per la bolletta dell'elettricità e a +14,4% per quella del gas. Le cifre sarebbero state ancora più alte se non fosse intervenuto il Governo con un decreto urgente, annullando transitoriamente gli oneri generali di sistema in bolletta e potenziando il bonus sociale alle famiglie in difficoltà.
In termini di effetti finali, per l'elettricità nel 2021 la spesa annuale per la famiglia-tipo sarà di circa 631 euro, con una variazione del +30% rispetto al 2020 (corrispondente ad un aumento di circa 145 euro su base annua).
In questo contesto, solo scegliendo un'offerta luce in linea con il proprio profilo di consumo si potrà contenere l'effetto del caro energia e risparmiare sui costi in bolletta.

Offerta luce, come confrontare le diverse opzioni

Innanzitutto bisogna capire come confrontare le offerte luce tra loro: pagine come questa sono utili allo scopo . Il totale della spesa della bolletta luce, infatti, è composta da diverse voci, alcune delle quali sono decise dall'Autorità di Regolamentazione Energia Reti e Ambiente (ARERA), quindi sono uguali per tutti i fornitori. Altri costi invece sono decisi dai singoli gestori ed è su questi che bisogna concentrare l'attenzione per scegliere il gestore meno caro.

Fascia monoraria o bioraria?

Per puntare risparmiare sulla bolletta elettrica, una delle prime decisioni da prendere è scegliere se aderire a un’offerta luce monoraria o bioraria. Si tratta di due tipologie di offerte molto differenti. In quella monoraria si paga lo stesso prezzo per la componente energia in ogni ora della giornata. Lo stesso vale anche nel fine settimana e nei giorni festivi. Mentre in quella bioraria il costo del kWh cambia a seconda della fascia oraria di consumo. Di solito questa offerta luce conviene se si utilizza la corrente nelle ore serali e notturne e nel week end. Analizzando le proprie abitudini di consumo, gli orari in cui si è in casa e quelli in cui si fanno partire gli elettrodomestici, si potrà scegliere la soluzione più adatta.

Valutare attentamente ogni offerta luce senza fretta

Sono tanti i call center che telefonano proponendo prezzi imbattibili e promozioni vantaggiose. Il consiglio è però quello di non farsi prendere dalla fretta e di valutare attentamente non solo il prezzo, ma anche l'affidabilità del gestore. Se si hanno dubbi su costi, prezzi e promozioni, è bene farsi spiegare e supportare da personale competente. E se al telefono può risultare difficile, scegliere di stabilire un rapporto di persona per chiarire ogni interrogativo. Sul territorio a nord-ovest di Milano le opzioni non mancano e c'è la possibilità di scegliere operatori di energia presenti localmente con punti vendita attivi e a disposizione del consumatore

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter