Economia
Sponsorizzato

NFON: l’importanza del cloud PBX per lo smartworking, raccontato nelle colazioni in TAG

NFON: l’importanza del cloud PBX per lo smartworking, raccontato nelle colazioni in TAG
Economia Rhodense, 09 Dicembre 2019 ore 00:08

Non importa quale sia l’attività lavorativa che svolgiamo, possiamo essere freelance, dipendenti che lavorano fuori sede o liberi professionisti: l’importanza dello smartworking resta immutata. L’evoluzione tecnologica nel campo della comunicazione aziendale sta indirizzando ormai tutti i profili professionali alla necessità di poter esercitare il proprio lavoro in diversi luoghi e con tempistiche diverse ogni giorno. 

Proprio per questo motivo NFON, azienda leader nel settore della telefonia aziendale in Cloud, unico distributore paneuropeo di servizi Cloud PBX, diventa una vera e propria necessità da integrare nei propri processi aziendali. 

Il centralino Cloud PBX rivoluziona la comunicazione professionale, utilizzando unicamente il cloud come flusso comunicativo. Oggi basta avere una connessione internet, un telefono, un tablet o un pc ed il gioco è fatto: lavorare dall’altra parte del mondo con prestazioni ottimizzate diventa davvero possibile. 

Il centralino in Cloud infatti conferisce alle aziende una maggiore flessibilità, migliorando le prestazioni lavorative di tutti i dipendenti e riducendo i costi del servizio di comunicazione intra ed extra aziendale.

Ed è attraverso questi punti che NFON rende possibile lo smartworking, permettendo a chiunque svolga un lavoro fuori sede, di ottimizzare le proprie prestazioni mantenendo una costante ed efficiente comunicazione con azienda e clienti.

NFON, ha programmato 3 interessanti eventi durante i quali hanno proposto il loro servizio come la soluzione ideale per chi si approccia allo smartworking e vuole portare all’interno della propria azienda innovazione tecnologica, riduzione dei costi e ottimizzazione dei processi. 3 colazioni in TAG in diverse città d’Italia. La prima ha avuto luogo a Roma il 14 novembre, poi il 26 novembre a Milano, per terminare a Torino il 3 dicembre.