Economia
La dichiarazione

Licenziamenti Movibus: l'azienda spiega le motivazioni

Alla base della decisione dell'azienda di San Vittore Olona la riorganizzazione interna del personale.

Licenziamenti Movibus: l'azienda spiega le motivazioni
Economia Legnano e Altomilanese, 23 Febbraio 2022 ore 12:34

Dopo la comunicazione da parte della Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti del licenziamento di tre dipendenti Movibus, l'azienda con sede a San Vittore Olona ha voluto sottolineare la propria posizione.

Le dichiarazioni dell'azienda

L'azienda ha voluto sottolineare la propria posizione, precisando alcune delle affermazioni fatte dalle sigle sindacali.

"In riferimento al comunicato delle segreterie regionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti relativo alle misure di riorganizzazione aziendale attuate da Movibus Srl, si ritiene opportuno precisare quanto segue, quale utile contributo alla piena conoscenza delle circostanze in questione - ha affermato l'azienda - Nell’intento di migliorare l’efficienza gestionale e produttiva e di imprimere nuovo slancio all’attività aziendale, superando disfunzioni (più volte evidenziate anche dalle rappresentanze sindacali) che da tempo condizionavano la piena operatività di alcune aree, Movibus Srl ha predisposto un piano di riorganizzazione che ha iniziato a dispiegare i suoi effetti dallo scorso 18 gennaio.

Le azioni portate avanti dall'azienda

"L’iniziativa ha riguardato in particolare l’area tecnica, attraverso due misure di intervento: l’attribuzione ad una nuova figura di Responsabile Tecnico unico delle funzioni in precedenza svolte dal Capo Officina e dal responsabile del servizio di Manutenzione Flotta; la soppressione dell’area Ufficio Tecnico e la conseguente attribuzione, per rispettive competenze, delle funzioni Gestione Immobili, Pratiche Auto, Sinistri/Assicurazioni e Gestione Multe ad altre aree dell’organigramma aziendale. Sotto il profilo occupazionale, tali misure hanno comportato da una parte l’inserimento in azienda di un nuovo profilo professionale di elevata qualifica, dotato dei requisiti richiesti per l’esercizio della funzione di Responsabile Tecnico (in precedenza assolta dall’Amministratore Delegato), dall’altra l’attivazione delle procedure di legge per tre dipendenti delle aree coinvolte nel processo di riorganizzazione. Peraltro, è da rilevare che per quanto riguarda l’Area Tecnica il precedente responsabile della Manutenzione Flotta era legato a Movibus Srl da un rapporto di lavoro dipendente a tempo determinato, che ha esaurito la durata contrattualmente prevista in corrispondenza del passaggio di consegne con il nuovo Responsabile Tecnico, mentre al dipendente (assunto nell’aprile 2019) che in precedenza rivestiva il ruolo di Capo Officina è stata prospettata la riconversione nel ruolo di conducente, stante il possesso dei necessari requisiti professionali, senza tuttavia ottenere adesione alla proposta da parte dell’interessato".

La riorganizzazione non differibile per l'azienda

"Amministratori e dirigenza di Movibus Srl sono pienamente consapevoli della delicatezza delle conseguenze che tale situazione determina per le persone coinvolte, ma ribadiscono al contempo l’indifferibile necessità delle misure riorganizzative attuate, utili anche ad un consolidamento gestionale che rappresenta una garanzia di stabilità e di continuità per l’azienda e per l’intero personale".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter