Lavoratori ex Auchan in presidio contro gli esuberi - FOTO

Sciopero stamattina, sabato 7 dicembre 2019, dei lavoratori ex Auchan al punto vendita di Nerviano: un presidio contro gli esuberi.

Lavoratori ex Auchan in presidio contro gli esuberi - FOTO
Economia Legnano e Altomilanese, 07 Dicembre 2019 ore 11:44

Lavoratori ex Auchan in presidio nel punto vendita di Nerviano. E' quello che sta succedendo in questi minuti di sabato 7 dicembre 2019.

Lavoratori ex Auchan: sciopero a Nerviano

Una giornata di sciopero e presidio nel punto di vendita di Nerviano sabato 7 dicembre 2019 fino alle 19. Prosegue la protesta dei lavoratori e lavoratrici di Margherita Distribuzione (ex Auchan). Dopo l'incontro del 15 novembre tra sindacati e Conad, la situazione non si è sbloccata.

La parola ai sindacati

"Sul nostro territorio queste condizioni creano ancor più ansia ai lavoratori degli Iper di Rescaldina e Nerviano - affermano Filcams Cgil Ticino Olona e Rsa Nerviano-Rescaldina -, in quanto se per Rescaldina, a oggi circa 350 dipendenti, ci è stato comunicato che questo passerà ad altro gestore (a oggi ancora non si sa chi, quando e soprattutto se vengono garantiti i livelli occupazionali); per Nerviano la situazione è ancora peggiore in quanto non è incluso in nessun documento Conad-Auchan che dia un minimo di garanzie ai lavoratori che a oggi sono circa 180". A livello nazionale si parla invece di 16mila. "Vogliamo chiarezza - hanno detto oggi i sindacati - Lunedì 9 dicembre 2019 ci sarà un nuovo incontro. Come sindacati stiamo pressando ancora il Ministero che deve giocare un ruolo centrale. Chiediamo attenzione a tutte le istituzioni".

11 foto Sfoglia la gallery

In campo anche Cecchetti

A prendere parola sulla situazione dei lavoratori interviene anche il vicecapogruppo della Lega alla camera, Fabrizio Cecchetti: "Presenterò nelle prossime ore un’interrogazione al ministro Patuanelli affinché intervenga in concreto. Il governo batta un colpo e lo faccia subito. Centinaia di dipendenti, ai quali esprimiamo la massima vicinanza e solidarietà, rischiano il posto di lavoro". Presente alla giornata di sciopero a Nerviano, sempre in quota Carroccio, anche il consigliere regionale Simone Giudici.

"L'intera situazione va affrontata a livelli più alti"

E il sindaco di Nerviano Massimo Cozzi, anche lui presente allo sciopero, aggiunge: "E' chiaro che l'intera situazione va affrontata a livelli più alti di quello locale, facendo pressioni per fare chiarezza sul futuro della struttura nervianese. Quello che preoccupa al momento è infatti l'assoluta mancanza di certezze, con un rincorrersi di voci che non hanno avuto nessuna conferma. La nostra priorità resta la salvaguardia di tutti i 180 posti di lavoro e da questo occorre partire, come punto fermo. Abbiamo allertato i nostri consiglieri regionali e ci stiamo attivando anche a Roma con l'interrogazione parlamentare". Al momento, contattata l'azienda, siamo in attesa di una risposta.

LEGGI ANCHE: Vertenza Auchan-Conad: protesta in piazza Duomo