Rho

In arrivo dei contributi per sostenere il settore culturale

La decisione dell’Amministrazione comunale di Rho

In arrivo dei contributi per sostenere il settore culturale
Rhodense, 13 Novembre 2020 ore 16:01

In arrivo contributi da un minimo di 500 euro a un massimo di 3mila euro per sostenere il settore culturale.

In arrivo dei contributi per sostenere il settore culturale

In arrivo contributi da un minimo di 500 euro a un massimo di 3mila euro per i costi dell’emergenza Covid (come sanificazione, acquisto DPI, mascherine) e per attività di spettacoli, mostre, laboratori o altre tipologie di manifestazioni culturali in presenza del pubblico, a disposizione di libere forme associative, iscritte al registro comunale, nonché le associazioni, le organizzazioni, gli enti e i gruppi riconosciuti, senza scopo di lucro: questa è la decisione dell’Amministrazione comunale per sostenere il settore culturale particolarmente penalizzato dall’emergenza Covid.
Le richieste di contributo dovranno riferirsi esclusivamente a iniziative per corsi e attività svolte in presenza nel periodo maggio – dicembre 2020 e dovranno pervenire entro le ore 12 del 1° dicembre 2020.
Per la prima volta inoltre si applica il Regolamento per la concessione di contributi e benefici economici per attività culturali – patrocini approvato in Consiglio Comunale il 25 maggio 2020: il regolamento definisce i criteri e i parametri sulla base dei quali saranno assegnati i contributi economici per garantire la trasparenza, la massima partecipazione e tempi di scadenza limitati, inferiori ai 30 giorni dalla pubblicazione. Il fondo a disposizione è di 11.600€, che potrà essere implementato a seconda delle richieste che arriveranno.

Le parole di Valentina Giro

“L’emergenza sanitaria ha colpito molto duramente il settore della cultura – commenta l’assessore a Scuola e Istruzione Valentina Giro – Lockdown, riduzioni degli eventi e del numero di spettatori e l’applicazione di misure di prevenzione con i relativi costi hanno messo in difficoltà anche il mondo associativo rhodense, che ha per la nostra comunità un’importante rilevanza sociale, culturale ed aggregativa. Per questo abbiamo voluto riconoscere un contributo alle associazioni cittadine, che hanno realizzato attività culturali con grande entusiasmo e convinzione anche in questo periodo di covid. Visto il periodo eccezionale, una parte dei contributi è destinata anche ai corsi, normalmente non sostenuti da contributi, così da coprire una parte delle spese per sanificazioni, mascherine e altri dispositivi anticovid”.

Chi può richiedere il contributo

1. Associazioni cittadine che hanno svolto attività di corsi in ambito culturale in presenza nel periodo maggio – dicembre 2020
Ammontare del singolo contributo: fino a un massimo di € 1.000,00 per rimborso costi di sanificazione, acquisto DPI, mascherine e altri strumenti per emergenza Covid 19.
• Fino a 30 iscritti: contributo di € 500,00
• Da 30 a 60 iscritti: contributo di € 700,00
• Oltre 60 iscritti: contributo di € 1.000,00

2. Associazioni cittadine che hanno promosso attività di spettacoli, mostre, laboratori, o altre tipologie di manifestazioni culturali in presenza aperte al pubblico, realizzate da maggio 2020, che non abbiano già ricevuto contributi, benefici economici e sostegni da parte del comune per le medesime iniziative:
Ammontare del singolo contributo: fino ad un massimo di € 3.000,00. Il contributo sarà erogato esclusivamente previo rendiconto delle spese sostenute, accompagnato dalla documentazione comprovante (scontrini, fatture, etc.) fino a un max del 75% del totale delle spese sostenute.
• Fino a punti 5: contributo di € 1.000,00
• Fino a punti 10: contributo di € 2.000,00
• Fino a punti 15: contributo di € 3.000,00

Come inviare la richiesta

La richiesta potrà essere inviata tramite:
• posta elettronica certificata all’indirizzo pec: pec.protocollo.comunerho@legalmail.it, esclusivamente da casella di posta elettronica certificata;
• spedizione postale indirizzata a: Comune di Rho Ufficio Cultura, Piazza Visconti n. 23 20017 Rho;
• consegna a mano presso Quic – Sportello del Cittadino esclusivamente su appuntamento al numero telefonico 02 93332701-702.

Non saranno accolte richieste pervenute tramite email.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia