Economia
Due personalità dell'imprenditoria cittadina

Consegnati i leoncini d'oro a Carlo Vichi e allo Stachét di Abbiategrasso

Stamattina la cerimonia in occasione dei 90 anni della città.

Consegnati i leoncini d'oro a Carlo Vichi e allo Stachét di Abbiategrasso
Economia Magenta e Abbiategrasso, 02 Aprile 2022 ore 17:30

Consegnati i leoncini d'oro a Carlo Vichi e allo Stachét di Abbiategrasso. Stamattina la cerimonia in occasione dei 90 anni della città.

Consegnati i leoncini d'oro

Consegnate le benemerenze civiche di Abbiategrasso a due personalità simbolo dell'imprenditoria cittadina. Stamattina, in occasione dei 90 anni della città, si è svolta la cerimonia.

Carlo Vichi e lo Stachét

La prima benemerenza civica è andata alla memoria di Carlo Vichi, scomparso lo scorso settembre: visionario fondatore della Mivar, aveva dominato nella seconda metà del Ventesimo secolo con i propri prodotti interamente made in Italy il mercato nazionale delle televisioni. Di lui, il Comune ha detto: “Industriale illuminato che, con passione e dedizione, ha insediato la più grande realtà industriale tv, creando posti di lavoro 50 anni”. Ha ritirato il premio il nipote Paolo: "Credeva alle persone che dimostravano coi fatti di essere capaci. Persona particolare, ma molto generosa".

L'altro leoncino d'oro è andato alla realtà metallurgica lombarda attiva ad Abbiategrasso dal 1919, fondata da Angelo Coli Cantoni in via Cassolnovo. Nota come Stachét è stata leader mondiale nella produzione di chiodi e di parti di calzature. Ha ritirato il premio Sergio Brizzi, ex titolare: “Mi glorio di non aver mai licenziato nessuno in 43 anni di attività, perché sono persone che hanno sempre dato il loro contributo all’attività”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter