“Conad non ci vuole”: lavoratori Auchan protestano sotto la Regione FOTO

"Salvezza solo a parole" secondo i dipendenti, che temono di perdere il posto di lavoro.

“Conad non ci vuole”: lavoratori Auchan protestano sotto la Regione FOTO
Economia Saronno, 23 Dicembre 2019 ore 12:32

“Salvezza solo a parole” secondo i lavoratori Auchan che temono di perdere il posto di lavoro. Conad non la racconterebbe giusta, lo hanno ribadito questa mattina sotto a Palazzo Lombardia.

Protesta sotto il palazzo della Regione

Lavoratori Auchan e Simply della Lombardia in piazza oggi, lunedì 23 dicembre 2019, a Milano sotto sa Palazzo Lombardia, sede della Regione, mentre a livello regionale è stato proclamato uno sciopero di 8 ore.

Natale o Halloween? 

In Lombardia oltre 2mila posti a rischio: “Ma è Natale o Halloween?”, si chiedono i lavoratori Auchan e Simply con Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs Lombardia, contro il piano di riorganizzazione di Conad.

“A Natale non vogliamo regali – scrivono i lavoratori in un volantino che distribuiranno lunedì mattina – Chiediamo solo solidarietà verso la nostra lotta e che questo gruppo di migliaia di lavoratrici e lavoratori, che nonostante tutto continuano a lavorare con professionalità e impegno, non venga distrutto per sempre”.

3.100 dipendenti in Lombardia non passeranno a Conad

L’acquisizione della rete di vendita di Auchan e Sma da parte di Conad riguarda 6.600 dipendenti in Lombardia, di cui 3.100 non inclusi nel progetto di passaggio. Ben 650 sono solo nella sede di Rozzano; oltre 1.000 nei 7 ipermercati sul territorio che ancora non hanno trovato una destinazione.

“Negli ipermercati si prevede una riduzione delle superfici dei punti vendita mediamente del 30-50% – spiegano  Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs Lombardia -. E questo significa un forte rischio che Conad crei una “bad company” dove abbandonare i lavoratori in esubero. Nei negozi già passati, i lavoratori stanno soffrendo per un peggioramento delle condizioni di lavoro (orari di lavoro, turni, festivi)”.

LEGGI ANCHE: I dipendenti lodigiani dell’Auchan “venduti” a Conad ancora non hanno certezze