All’istituto Mattei di Rho si parla cinese

All’istituto Mattei di Rho si parla cinese
16 Ottobre 2016 ore 10:07

Il cinese come la lingua del futuro. E la Cina come «terra» per gli scambi internazionali e la mobilità studentesca. Ne sa qualcosa l’istituto tecnico Mattei di Rho che nel 2010 è stata una delle prime scuole superiori della provincia di Milano a introdurre l’insegnamento della lingua cinese nel corso di studi «relazioni internazionali per il marketing» che lo scorso giugno ha «sfornato» i primi diplomati che parlano cinese. «Il preside di allora è stato davvero lungimirante» ammette l’attuale dirigente scolastico, Maria Lamari. Di strada ne ha fatta il Mattei, tanto che la preside è stata scelta dal Ministero dell’Istruzione tra gli otto dirigenti scolastici italiani che alla fine di settembre hanno partecipato a un viaggio a Shanghai finalizzato a promuovere la mobilità studentesca. Un motivo d’orgoglio? «Sicuramente sì. A breve l’istituto sarà in grado di realizzare scambi di classi e progettare azioni condivise». E i diplomati che parlano cinese? Sono senz’altro più competitivi a livello ointernazionale ma non è escluso che a breve trovino opportunità lavorative sul territorio: «Ci sono molte imprese e attività che appartengono ai cinesi, abbiamo fatto incontri con l’Associazione imprenditori lombardi e le Università per favorire l’alternanza scuola-lavoro anche qui». Ampio servizio sull’edizione cartacea di Settegiorni in edicola fino a giovedì 20 ottobre.


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia