Cultura

Una mostra fotografica colora il centro di Busto Arsizio

Una mostra fotografica colora il centro di Busto Arsizio
Cultura 16 Dicembre 2016 ore 17:13

BUSTO ARSIZIO - Una mostra fotografica colora il centro di Busto Arsizio e celebra la riconsegna della piazza grande interna della Residenza del Conte. Si tratta dell'esposizione fotografica "Hip hop, energia in movimento" allestita sabato 3 e domenica 4 dicembre nel cantiere dell'intervento di riqualificazione di piazza Vittorio Emanuele II a Busto Arsizio che si avvicina alla grande volata finale. Al taglio del nastro erano presenti il sindaco Emanuele Antonelli, l’assessore alla Cultura Paola Magugliani, e Michele Panico, titolare dell’impresa incaricata della riqualificazione che ha raccontato come il progetto di riqualificazione del centro storico cittadino stia ormai arrivando al termine. 
29 scatti fotografici realizzati dal fotogiornalista e critico di danza e teatro Giuseppe Distefano che,attraverso il proprio obiettivo, è riuscito a catturare il flusso e l’energia che scaturiscono dal movimento e dal ritmo tipici della danza. L’autore ha puntato il suo sguardo sul mondo dell'hip-hop, un genere di ballo che, nato dalla strada e dall'aggregazione spontanea di artisti, ha raggiunto livelli elevati di tecnica e complessità tanto da approdare, negli ultimi anni, anche sulle scene di teatri e di festival importanti. Di questa danza e della cultura di strada Distefano restituisce l'energia, la spericolatezza delle acrobazie, la gioiosità e il ritmo della musica, attraverso immagini talora volutamente mosse, sempre vibranti di colore.
"A due mesi dall'aperitivo in musica che a fine settembre ci ha visto consegnare ai bustocchi la prima delle aree pedonali del cantiere - ha raccontato Panico - siamo oggi qui perun altro momento importante, ovvero la riconsegna della piazza grande interna. Il completamento del cantiere è previsto per la prossima primavera e questa mostra fotografica vuole evidenziare la grande versatilità delle aree pedonali interne alle 9 palazzine liberty, capaci di ospitare eventi culturali che animano e movimentano la vita cittadina lungo i vicoli e gli slarghi sui quali si affacciano le 100 vetrine dei negozi di Residenza del Conte".