Cultura
CERRO MAGGIORE

Trasloco finito, la biblioteca ha aperto nella frazione

Terminato il trasloco a Cantalupo, il servizio è tornato attivo e durerà per tutto il tempo dei lavori all'immobile di via san Carlo

Trasloco finito, la biblioteca ha aperto nella frazione
Cultura Legnano e Altomilanese, 03 Gennaio 2023 ore 11:53

Biblioteca comunale: servizio attivato nella frazione di Cantalupo (Cerro Maggiore).

Biblioteca aperta nella frazione

La biblioteca comunale di Cerro Maggiore, che si trova in via san Carlo, come noto, è in ristrutturazione. Il servizio è stato così spostato nella frazione di Cantalupo, nella palazzina comunale di piazza don Bianchi, dove sarà attivo per tutta la durata del cantiere: in questa sede temporanea sono attivi il prestito-interprestito, reso e scelta a scafffale, sarà sempre possibile restituire, prenotare e ritirare il materiale desiderato in altre biblioteche facenti parte delle rete interbibliotecaria. L'apertura è il lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 15 alle 19 e mercoledì e sabato dalle 9.30 alle 12.30. Non sono invece disponibili le postazioni pc, le postazioni studio e il servizio emeroteca.

I commenti della Giunta

"I lavori di trasferimento della biblioteca sono stati veloci e ci hanno permesso di sospendere il devo per breve tempo - afferma l'assessore alla Cultura Sara Mutti - Certamente il disservizio c'è stato, ma siamo sicuri che la nuova sede, con tante nuove funzioni in più, ci darà molte soddisfazioni. Provare questo nuovo servizio a Cantalupo è molto importante. Sfruttando al massimo la palazzina comunale potremmo capire se mantenere o incrementare in futuro questi servizi. Inoltre vogliamo capire quanto impulso sociale potrà dare la biblioteca con la vicinanza di luoghi importanti d'aggregazione come il centro anziani, i parchi pubblici e, ovviamente, le scuole primaria e dell'infanzia comunale". E il sindaco Nuccia Berra aggiunge: "Siamo molto contenti del primo giorno. Già molti utenti sono venuti a far visita alla nuova sede della biblioteca.Gli orari sono rimasti gli stessi per garantire una stabilità del servizio, mentre il patrimonio librario ruoterà molto, per motivi di spazio".

Seguici sui nostri canali